MMO.it

I migliori MMO

 

I migliori MMO italia italiano

Aggiornato a luglio 2022

 

Su MMO.it il nostro obiettivo è informarvi con puntualità e competenza sui videogiochi multiplayer online, mantenendo un occhio critico e consapevole sullo stato dell’industria. Per questo inauguriamo questa pagina dedicata ai migliori MMO: qua vi mostriamo quelli che per noi sono i migliori titoli disponibili e perché.

 

Molti siti di videogiochi hanno una pagina di “MMO Consigliati” o “Top MMO”, in cui tuttavia compaiono giochi sponsorizzati, che sono esposti in vetrina per un motivo commerciale.

Noi abbiamo deciso di fare una cosa diversa. Su MMO.it crediamo in un’informazione libera e trasparente. Per questo tutti i giochi che trovate di seguito sono stati scelti dalla nostra redazione senza influenze esterne.

 

Il catalogo verrà aggiornata periodicamente in caso di aggiornamenti e nuove uscite.

 

Se volete sapere qual è la nostra definizione di MMO e perché su MMO.it consideriamo certi titoli come tali, vi rimandiamo all’articolo dedicato. Inoltre potete guardare il nostro video speciale sugli MMO più attesi del 2021 e oltre. INIZIAMO!

 

 

 

 

i migliori MMO top MMO MMORPG mmo.it

 

Modello di business: pay-to-play
Traduzione in italiano: no

 

Dopo il flop della prima versione, A Realm Reborn ha ribaltato il gioco come un calzino: Final Fantasy XIV è ora uno degli MMO più solidi e completi sulla piazza, disponibile su PC e PlayStation 4.
Il titolo di Square Enix unisce qualità e quantità: una trama curata, un ottimo comparto grafico, un sistema di classi flessibile, un lore incredibilmente vasto e una mole immensa di contenuti, tra regioni da esplorare, storyline, quest, gilde, dungeon, raid e molto altro. Le prime tre espansioni, Heavensward, Stormblood e Shadowbringers hanno ulteriormente alzato l’asticella: quest’ultima, in particolare, viene considerata da molti come uno dei migliori JRPG degli ultimi 15 anni. La quarta espansione, Endwalker, è invece uscita nel dicembre 2021 e conclude l’arco narrativo che è stato tessuto fin dalla versione 1.0.
Non a caso Final Fantasy XIV è uno dei pochissimi MMO che ancora può permettersi di chiedere il canone mensile, in cambio del quale il team di Naoki Yoshida garantisce grandi patch che introducono nuovi contenuti e portano avanti la storia. Il successo del gioco non accenna a diminuire, anzi è tale che a dicembre Square Enix ha dovuto sospendere le vendite a causa dell’intasamento dei server.

A patto di digerire il peculiare stile della saga, Final Fantasy XIV è un MMO da provare. L’unico “problema” (se così possiamo chiamarlo) è che richiede molto tempo per seguirne le quest e i tantissimi contenuti.

 

Sito ufficiale, Steam

 

 

 

i migliori MMO top MMO MMORPG mmo.it

Modello di business: pay-to-play
Traduzione in italiano:

 

Volenti o nolenti, dal 2004 ad oggi World of Warcraft è ancora l’MMO imbattuto. Per anni il colosso di Blizzard non ha avuto rivali sul piano ludico, creativo e commerciale, superando i 10 milioni di giocatori e portando alla popolarità il genere MMORPG.
Oggi World of Warcraft presenta decine di razze e classi giocabili lungo un enorme mondo composto da svariati continenti, tutti traboccanti di contenuti e cose da fare. Nonostante gli anni sul groppone Blizzard ha continuato ad affinare la sua creatura, non solo aggiungendo nuove attività ma anche aggiornando gli aspetti più datati come il sistema di combattimento e la grafica dei personaggi. Certo, le meccaniche ormai sanno tutte un po’ di già visto e il gioco può venire a noia, ma se cercate un mondo virtuale ricco di fascino e storia in cui immergervi, WoW rimane la prima scelta, a patto di voler pagare l’onnipresente canone mensile.
Nel 2020 è uscita l’ottava espansione, Shadowlands, che non solo
ha riorganizzato il sistema di leveling con cap al 60, ma ha introdotto le Terretetre con cinque zone inedite, le quattro Congreghe, la nuova esperienza introduttiva sull’Isola dell’Esilio, gli oggetti leggendari personalizzabili, otto dungeon, una nuova Arena e Torgast, la Torre dei Dannati. Entro fine 2022 uscirà poi la nona espansione, Dragonflight, incentrata sul ritorno dei Draghi ad Azeroth.
Proprio per venire incontro all’utenza che chiedeva un ritorno al passato, infine, nel 2019 la compagnia americana ha pubblicato World of Warcraft Classic, una versione che ripropone il gioco originale com’era nel 2005, nella sua forma “vanilla”. Nel 2021, inoltre, Blizzard ha ripubblicato sul Classic la prima storica espansione, The Burning Crusade. Da notare che i server classici sono inclusi nel normale canone mensile, quindi con un solo abbonamento è possibile giocare a ben tre MMO (WoW retail, WoW Classic e Burning Crusade Classic). E nei prossimi mesi sarà la volta di Wrath of the Lich King Classic, già annunciata ufficialmente.

 

Sito ufficiale

 

 

 

i migliori MMO top MMO MMORPG mmo.it

 

Modello di business: gioco base free-to-play, espansioni buy-to-play
Traduzione in italiano: no

 

Guild Wars 2 è un MMO unico: uscito nel 2012, il gioco di ArenaNet ha preso meccaniche classiche del genere e le ha unite a una filosofia di gioco diversa, più votata alla dinamicità e alla progressione orizzontale.
Guild Wars 2 contiene praticamente tre giochi in uno, ovvero il PvE, il PvP strutturato e il WvW, tre modalità parallele che richiedono supporto costante dal team di sviluppo. Questo ha in parte rallentato la crescita del gioco, che comunque presenta uno dei mondi fantasy più belli e vibranti che si possa esplorare in un MMO.
Negli ultimi anni ArenaNet si è concentrata soprattutto sul PvE tramite le stagioni del Living World, aggiornamenti a cadenza regolare che espandono e portano avanti la storia di Tyria. GW2 può inoltre vantare un modello di business molto onesto, che permette di giocare per centinaia di ore con un esborso relativamente limitato. Il titolo base è infatti free-to-play, e acquistando la seconda espansione, Path of Fire, si riceve in omaggio anche la prima, Heart of Thorns. In particolare Path of Fire ha rivoluzionato il gioco con la brillante introduzione delle mount, mentre lo scorso febbraio è uscita End of Dragons, la terza espansione ambientata a Cantha.
Guild Wars 2 non è esente da difetti, relativi soprattutto alla natura un po’ stagnante del meta e dei contenuti endgame. Tuttavia, rimane uno degli MMO più genuinamente godibili e ispirati sulla piazza.

 

Sito ufficiale

 

albion online i migliori MMO italia italiano top MMO MMORPG

Modello di business: free-to-play limitato (pay-to-play opzionale)
Traduzione in italiano: no

 

Finalmente in questo catalogo entra anche Albion Online, e lo fa con merito. Il titolo sviluppato dalla software house tedesca Sandbox Interactive, infatti, è stato aggiornato e supportato con costanza e qualità in questi anni.

Albion Online è un MMORPG sandbox ambientato in un mondo fantasy medievale ispirato alle leggende del ciclo arturiano. Qui il giocatore può essere ciò che vuole: mago, arciere, minatore, falegname, artigiano, mercante, assassino. Nessuna strada è preclusa. Il gioco presenta una struttura e una progressione completamente libere, che ricordano MMO come RuneScape e Ultima Online. Tuttavia al recupero di formule ludiche del passato Albion Online affianca una visione moderna nell’interfaccia, nella quality of life e in diverse intelligenti meccaniche di gioco. Tutta la community gioca all’interno di un unico megaserver, il che contribuisce molto a far sentire il mondo virtuale vivo e dinamico. A differenza di altri prodotti ibridi presenti in questa pagina, Albion Online è insomma un MMORPG al 100%, con numerose feature complesse tra cui citiamo il PvP, il crafting, l’agricoltura, l’allevamento, il commercio, le isole personali, i dungeon (affrontabili sia in solo che in gruppo), gli Hellgate e le guerre tra gilde.

Dopo diversi anni di sviluppo e una lunga fase beta, Albion Online è uscito ufficialmente nel luglio 2017. Nella nostra recensione noi di MMO.it fummo abbastanza critici nei confronti del titolo, che inizialmente presentava una marcata carenza di contenuti. Ma il team di sviluppo ha continuato a lavorare sul prodotto, pubblicando ogni tre mesi un nuovo major update, ognuno dei quali aggiunge nuove attività, migliora il bilanciamento e perfeziona la quality of life. Nel 2019 Albion Online è diventato free-to-play, quindi il client per PC Windows, Mac o Linux può essere scaricato gratuitamente dal sito ufficiale o da Steam. Inoltre il titolo è disponibile anche su mobile tramite Apple e Android, cosa che lo rende uno dei pochi MMO davvero cross-platform.

Gli account gratuiti non hanno restrizioni di gameplay e possono prendere parte a tutti gli aspetti di Albion: è comunque presente un abbonamento opzionale, il Premium Status, che conferisce diversi bonus e vantaggi degni di nota, ma questo può essere acquistato anche con la valuta virtuale del gioco.

Il grande aggiornamento Lands Awakened ha migliorato la grafica di tutti i biomi, ha espanso i dungeon open world, aggiunto una nuova arma, i nuovi Elite Level e molto altro. E così oggi Albion è un MMORPG solido e maturo, che giocato con una gilda o un gruppo di amici può riservare grandi soddisfazioni. Peccato solo per il mondo di gioco, che non è un vero open world ma presenta una struttura a mappe divise tra loro. Consigliato, a patto di non giocare da soli.

 

Sito ufficialeSteam

 

 

i migliori MMO top MMO MMORPG mmo.it

 

Modello di business: free-to-play
Traduzione in italiano: no

 

Disponibile su PC e Xbox One, Path of Exile è un action RPG a visuale isometrica che riprende la formula di Diablo 2 e la integra in una struttura cooperativa always online.

Ambientato nel mondo dark fantasy di Wraeclast, il gioco presenta una storyline divisa in vari atti. Completano il quadro molte leghe e modalità differenti, comprese varie arene PvP. Tuttavia a stupire è l’enorme libertà concessa in termini di sperimentazione del meta, grazie a un immenso skill tree che consente di scegliere tra centinaia di build diverse. 
Path of Exile è completamente free-to-play: le microtransazioni riguardano effetti cosmetici o oggetti di convenienza, ma tutti i contenuti di gioco sono accessibili gratuitamente. Grinding Gear Games aggiorna periodicamente il titolo con espansioni foriere di nuove meccaniche e contenuti, anch’esse gratuite.
In aggiunta gli sviluppatori neozelandesi hanno annunciato Path of Exile 2, gioco attualmente in sviluppo che sarà integrato col primo capitolo ma introdurrà molte novità, tra cui un motore grafico migliorato e una campagna divisa in sette atti. Path of Exile 2 dovrebbe vedere una beta verso la fine del 2020, per poi uscire ufficialmente nel 2021.

 

Sito ufficiale, Steam

 

i migliori MMO top MMO MMORPG mmo.it

 

Modello di business: free-to-play etico
Traduzione in italiano:

 

Disponibile su PC, PlayStation 4 e Xbox One, Warframe è un shooter online fantascientifico con particolare enfasi sul co-op.
Veloce e soddisfacente, il gameplay di Warframe porta una ventata d’aria fresca nel panorama degli sparatutto: l’alta mobilità, le mappe enormi e procedurali e il buon feeling delle armi contornano un prodotto che è ottimo prima ancora di addentrarsi nel multiplayer.
Per ciò che concerne la sua anima MMO, Warframe si distingue anzitutto per il modello etico di business: lo shop vende sia oggetti estetici che di gioco, ma sono del tutto assenti componenti pay-to-win e chi non vuole spendere non incontrerà alcun impedimento. Anzi, la stessa moneta premium è ottenibile attraverso gli scambi con altri giocatori. Il matchmaking, sia PvE che PvP, risulta veloce e il gioco è altamente popolato.
Inoltre Digital Extremes aggiorna continuamente il titolo con nuovi contenuti, anche di grande impatto. Ad esempio le espansioni gratuite Plains of Eidolon e Fortuna hanno introdotto tantissimi contenuti inediti e zone open world.

 

Sito ufficiale, Steam

 

 

 

Modello di business: free-to-play
Traduzione in italiano: no

 

Creato con lo stesso engine di War Thunder, Enlisted è uno sparatutto online con numerose idee innovative e uno shooting davvero ben fatto.
Il titolo si compone di diverse campagne che progrediscono indipendentemente, ognuna delle quali con due fazioni che si scontrano in partite determinate dal matchmaking. Non c’è un obiettivo a lungo termine o un sistema di competitive con dei rank; al contrario il gioco intende far sparare per il gusto di sparare – e di andare avanti nell’interessante sistema di progression.
Ogni giocatore ha a disposizione varie squadre, ciascuna con il proprio albero dei talenti ed un numero variabile di soldati. In partita, tutti i soldati della squadra selezionata entrano in gioco di fianco al giocatore, che può controllarli in prima persona quando vuole. Questo comporta che, finché la squadra è viva, il tempo di respawn non esiste: morto il proprio personaggio, si impersona immediatamente il successivo soldato della squadra.
Per questa ragione, Enlisted offre un sistema di combattimento veloce e pieno di armi che uccidono con un colpo, rispolverando l’antico sistema dell’instagib tanto caro negli anni ’90. Tuttavia, malgrado si muoia spesso ed in fretta, non si rosica altrettanto, perché il respawn è istantaneo. Soltanto quando tutta la squadra è morta se ne dovrà selezionare un’altra ed attendere la canonica manciata di secondi prima di rientrare in partita. Ogni soldato, poi, sale di livello e ottiene dei perk, e può essere equipaggiato con numerose armi ed equipaggiamenti diversi, a seconda della sua classe.
Corona il gioco un sistema di veicoli ben fatto, che prende le mosse da quello di War Thunder, con aerei e carri armati dotati di punti di forza e di debolezza.
Soltanto il modello commerciale è lievemente pesante, ma non sfocia mai nel pay-to-win (concettualmente è infatti difficile cadere nel pay-to-win se quasi tutte le armi uccidono in un colpo). È possibile acquistare costanti Battle Pass e anche valuta premium per un abbonamento opzionale, nonché comprare alcune squadre specifiche di livello variabile, che possono aiutare a saltare l’altrimenti lenta progression.
Enlisted è quindi uno sparatutto frenetico, piacevole e ben fatto, con uno shooting preciso e fluido, che dà al giocatore la sensazione di essere sempre in controllo di ciò che sta succedendo, e anche se manca di un obiettivo a lungo termine farà sicuramente la gioia di quelli a cui, semplicemente, piace sparare in multiplayer.

 

Sito ufficiale