Editoriali

Battle for World of Warcraft – Plinious Ex Machina

Battle for World of Warcraft – Plinious Ex Machina

Quella del 2017 è stata una BlizzCon notevole, arricchita da tanti annunci e filmati, tra Hearthstone, StarCraft 2, Heroes of the Storm e tutto il resto. Ma l’MVP dell’evento è stato senza dubbio lui, World of Warcraft, con ben due annunci dedicati, quello dei server classici ufficiali e la presentazione della nuova espansione, Battle for Azeroth. Mai come quest’anno il MMORPG più giocato al mondo è stato l’indiscusso protagonista della BlizzCon, dopo che nelle scorse edizioni il titolo sembrava aver perso il trono della popolarità a favore di un prodotto più “mediatico” come Overwatch. E invece rieccolo, anche a distanza di tredici anni: WoW non muore mai, ma quest’anno sul suo viso si intravede qualche ruga in più del solito. In…

Dobbiamo pretendere di più dai videogiochi – Plinious Ex Machina

Dobbiamo pretendere di più dai videogiochi – Plinious Ex Machina

Avete visto la presentazione video di Star Citizen dal CitizenCon? In caso negativo rimediate subito, un po’ perchè questo mio editoriale nasce dopo aver visto quel video e un po’ perchè è ciò di cui si parlerà per i prossimi mesi (o anni?) quando si discuterà di innovazioni tecnologiche nei videogiochi. La presentazione mostra in tutta la sua potenza la generazione procedurale delle città che popoleranno l’universo di gioco, e lascia sinceramente di stucco. Non stiamo parlando di quattro sparute casette messe in fila, o di un algoritmo che ogni volta crea pianeti di diverso colore ma ugualmente vuoti (mi riferisco a te, No Man’s Sky). Lo Star Engine, motore basato sul CryEngine e pesantemente modificato con l’Amazon…

DEVONO I CRITICI ESSERE BRAVI IN CIO’ CHE CRITICANO? – IL COMMENTO DI ASCZOR

DEVONO I CRITICI ESSERE BRAVI IN CIO’ CHE CRITICANO? – IL COMMENTO DI ASCZOR

Inutile negarlo: il rapporto tra la critica ed il prodotto criticato è da sempre molto difficile. Del resto, un pensiero che viene espresso frequentemente è che chi critica non sa fare, dunque il suo ruolo non può essere altro che di commentare ciò che altri hanno fatto. Da ciò discenderebbe una qualche inferiorità del commentatore rispetto al produttore dell’opera: il primo non fa altro che fruire di qualcosa che non saprebbe fare da solo e, in base alla sua millantata esperienza, ne dà un giudizio; il secondo, invece, è quello da cui tutto origina e grazie al quale il critico lavora – per questo dev’essere senz’altro più in alto nella scala gerarchica della società. Iginio…

PLINIOUS EX MACHINA – DESTINY 2, COME NON COMUNICARE UNA BETA

PLINIOUS EX MACHINA – DESTINY 2, COME NON COMUNICARE UNA BETA

Come sapete nella giornata di ieri si è conclusa la beta PC di Destiny 2. Bella? Brutta? Non lo so. Se volete sentire la mia opinione in proposito cascate male. Io la beta di Destiny 2 non sono riuscito a giocarla neanche un minuto, e oggi vi delizierò parlandovi proprio di questo. Sì, perchè secondo me Bungie e (Activision) Blizzard hanno compiuto diversi errori di comunicazione, errori che non mi sarei aspettato da aziende così importanti e abituate a rapportarsi col loro pubblico di riferimento. Ci tengo a precisarlo: in questo breve editoriale non parlerò del prodotto in sè, dato che appunto non ho potuto provarlo, ma voglio focalizzarmi su tutto ciò che lo circonda, dal…

PLINIOUS EX MACHINA – IL PUNTO SU PATH OF FIRE

PLINIOUS EX MACHINA – IL PUNTO SU PATH OF FIRE

UPDATE: Guild Wars 2: Path of Fire è ora disponibile!   Rieccoci. Ieri vi ho parlato di Guild Wars Nightfall e del perchè è cosa buona e giusta che il franchise torni a Elona e nel Deserto di Cristallo. Come promesso, oggi vi do le mie impressioni sulla nuova espansione di Guild Wars 2, Path of Fire. Un’espansione di cui abbiamo già potuto provare un assaggio, seppur breve, grazie all’evento open beta della scorsa settimana, che ci ha permesso di esplorare parte della prima mappa, Crystal Oasis, completare eventi con altri giocatori e provare una delle nuove mount, il raptor. Ma andiamo con ordine. Nell’analizzare il secondo expansion pack del MMORPG di ArenaNet non si può non fare un confronto con…

PLINIOUS EX MACHINA – RITORNO A ELONA

PLINIOUS EX MACHINA – RITORNO A ELONA

C’ho sperato, lo ammetto. Da quando lo scorso marzo sono usciti quei leak, ho ardentemente sperato che fossero veri. Come sapete, la prossima espansione di Guild Wars 2, Path of Fire, sarà ambientata a Elona e nel Deserto di Cristallo. Molti degli scenari che visiteremo andranno dunque a ricalcare quelli di Nightfall, la terza campagna del primo Guild Wars, dopo Prophecies e Factions. La notizia ha fatto esultare di gioia me e migliaia di altri player che a suo tempo hanno giocato all’originale Guild Wars. Qualcuno potrebbe chiedersi perchè tutta questa venerazione per Nightfall e ambientazione annessa. Ebbene, se continuerete a leggere cercherò di spiegarvi, con un pizzico di nostalgia ma mantenendo una visione lucida delle cose, che cosa ha rappresentato per…

PERCHÈ AL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE DOVREBBERO GIOCARE AI VIDEOGIOCHI – EDITORIALE

PERCHÈ AL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE DOVREBBERO GIOCARE AI VIDEOGIOCHI – EDITORIALE

Oggi vi propongo un argomento di discussione traversale un po’ diverso dal solito, nato dalle mie riflessioni di questi giorni. Dopo aver visto le tracce d’esame della maturità, mi ritrovo a pensare che al Ministero dell’Istruzione (o MIUR) dovrebbero giocare ai videogiochi. Lasciate che mi spieghi meglio. I videogiochi, oltre a permetterti di vivere storie incredibili ed esplorare mondi fantastici, possono anche insegnare una certo modo di approcciare le cose. E se c’è qualcosa in particolare che insegnano, questo è il bilanciamento. Che sia un MMO, un MOBA, un gioco con una modalità online o anche solo un RPG, i videogiochi ti insegnano che tutti devono partire dallo stesso livello. Se alla creazione del personaggio…

PLINIOUS EX MACHINA – ASHES OF KICKSTARTER

PLINIOUS EX MACHINA – ASHES OF KICKSTARTER

Ashes of Creation si farà. Questo ha sancito la campagna Kickstarter del progetto, che ha raggiunto l’obiettivo iniziale di 750mila dollari in meno di un giorno. Nel momento in cui scrivo la raccolta fondi ha superato il milione e 450mila dollari da parte di oltre 8000 backer, e mancano ancora 25 giorni alla sua conclusione. Un successo clamoroso, forse inaspettato visto il progressivo declino di Kickstarter, piattaforma che negli ultimi anni non fa più i numeri del 2012-2013. Quella era la primavera del crowdfunding, l’epoca di Star Citizen, di Camelot Unchained e Shroud of the Avatar, solo per nominarne alcuni. In quegli anni dominava un diffuso risentimento verso i publisher e il crowdfunding sembrava la risposta,…

Pagina 1 di 712345...Ultima »