MMO.it

The Last of Us Online è stato ufficialmente cancellato

The Last of Us Online è stato ufficialmente cancellato

Dopo l’abbandono di Jim Ryan era piuttosto prevedibile come notizia, ma ora arriva la conferma: The Last of Us Online è stato ufficialmente cancellato.

L’ex presidente e CEO di Sony Interactive Entertainment voleva far virare la compagnia verso i Game as a Service, anche grazie all’acquisizione di Bungie che avrebbe dovuto fare da supervisor, ma la situazione non è andata molto bene, tanto che Ryan ha deciso di abbandonare l’azienda.

Sviluppato da Naughty Dog, The Last of Us Online era nato originariamente come componente multiplayer di The Last of Us 2 (che trovate su Amazon sia nell’edizione PlayStation 4 a 27,99€ che nell’edizione Remastered per PlayStation 5 a 49,99€) per poi evolversi in un gioco a parte. Bungie però, dopo aver visto lo sviluppo, si era dichiarata perplessa e del gioco, alla fine dei conti, non si è mai visto nulla.

Adesso Sony, tramite un post sul sito ufficiale, ne annuncia la cancellazione. Ecco un estratto tradotto in italiano:

Ci rendiamo conto che molti di voi stavano aspettando notizie sul progetto che abbiamo chiamato The Last of Us Online. Non esiste un modo semplice per dirlo: abbiamo preso la decisione incredibilmente difficile di interrompere lo sviluppo del gioco.

Sappiamo che questa notizia sarà dura per molti, in particolare per la nostra community dedicata a The Last of Us Factions, che ha seguito con entusiasmo le nostre ambizioni multiplayer. Siamo ugualmente distrutti in studio perché non vedevamo l’ora di metterlo nelle vostre mani. Volevamo condividere con voi alcuni retroscena di come siamo arrivati a questa decisione.

Il team multiplayer è stato in pre-produzione con questo gioco da quando stavamo lavorando su The Last of Us Part II, creando un’esperienza che ritenevamo unica e dotata di un enorme potenziale. Mentre il team multiplayer lavorava sul concetto di The Last of Us Online in questo periodo, la loro visione si cristallizzava, il gameplay diventava più raffinato e soddisfacente ed eravamo entusiasti della direzione in cui eravamo diretti.

Passando alla piena produzione, l’enorme portata delle nostre ambizioni è diventata chiara. Per pubblicare e supportare The Last of Us Online avremmo dovuto impiegare tutte le risorse del nostro studio per supportare i contenuti post-lancio negli anni a venire, con un grave impatto sullo sviluppo dei futuri giochi single player. Quindi, avevamo due strade davanti a noi: diventare uno studio esclusivamente di giochi live service o continuare a concentrarci sui giochi narrativi single player che hanno definito l’eredità di Naughty Dog.

Insomma, a conti fatti non sembra poi una decisione così negativa. Naughty Dog, in questo modo, potrà continuare a concentrarsi su quello che sa fare meglio: giochi narrativi single player. Si tratta però di una brutta botta per Sony, che negli ultimi anni ha puntato tantissimo della sua strategia aziendale sui GaaS che, però, al momento ancora latitano.

Voi che cosa ne pensate? Avreste voluto vedere The Last of Us Online?

 

Fonte

 

Placeholder for advertising

2
Lascia una risposta

avatar
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
Barese97Anonymous Recent comment authors
più recenti più vecchi più votati
Barese97
Guest
Barese97

Hanno cancellato perché dai piani alti avranno detto che vogliono il 3° capitolo sennò la Serie TV non potrà continuare.

Anonymous
Guest
Anonymous

‘Avreste voluto vedere The Last of Us Online?’
no, non mi interessa The Last of Us, la versione Online ancora meno.