MMO.it

Guild Wars 2: confermati oltre 100 licenziamenti, patch del WvW rinviata

Guild Wars 2: confermati oltre 100 licenziamenti, patch del WvW rinviata

Pochi giorni fa vi abbiamo riportato l’annuncio dei licenziamenti in casa ArenaNet, su cui non sapevamo ancora i dettagli. Purtroppo la brutta notizia è stata confermata, con numerosi licenziamenti che sono diventati operativi proprio in queste ore.

Secondo alcune fonti, i dipendenti si sono incontrati con i dirigenti dello studio di Guild WarsGuild Wars 2 per discutere degli allontanamenti. Durante questi incontri Mike O’Brien, presidente e co-fondatore di ArenaNet, è apparso particolarmente addolorato e dispiaciuto per tutti i dipendenti licenziati. L’impatto emotivo è stato talmente pesante che lo studio è rimasto chiuso nella giornata di ieri e lo sarà anche oggi, così da dare ai restanti dipendenti il tempo di elaborare i cambiamenti.

Purtroppo la situazione non è rosea: secondo quando riporta Massively Overpowered si parla di oltre 100 dipendenti licenziati, un numero importante se si considera che ArenaNet contava circa 400 persone. Inoltre alcuni di questi dipendenti erano figure storiche della software house di Bellevue, presenti fin dai tempi del primo Guild Wars: è ad esempio questo il caso di Josh Foreman, Gaile Gray e Matthew Medina. Da segnalare che diversi dipendenti hanno scelto di andarsene volontariamente, nella speranza di salvare il lavoro ai colleghi.

Su Twitter si stanno moltiplicando i messaggi di saluto da parte dei dipendenti esonerati; a questi si sommano i molti tweet di affetto e vicinanza da parte di colleghi e fan, pubblicati usando l’hashtag #love4arenanet.

Per quanto riguarda i giochi, pare che a seguito di questa ristrutturazione interna siano stati cancellati dei nuovi progetti non annunciati. Guild Wars 2 non è a rischio, tuttavia potrà contare su un team di sviluppatori minore rispetto al passato.

A tal proposito, la patch dedicata al WvW inizialmente prevista per oggi è stata rinviata al 5 marzo. Ecco il messaggio pubblicato sul forum ufficiale:

“La settimana scorsa, abbiamo annunciato l’imminente rilascio della nostra nuova mount WvW, il Warclaw. Sfortunatamente, questa release verrà posticipata fino a martedì 5 marzo. Alla luce degli eventi in corso nello studio, ci stiamo concentrando sui nostri amici e colleghi. Speriamo che capiate e ci scusiamo per questo ritardo. Grazie per il vostro continuo sostegno a Guild Wars 2.”

Come al solito, la nostra vicinanza va a tutti i dipendenti coinvolti. Di seguito vi riportiamo alcuni dei tweet degli ex dipendenti ArenaNet.

 


Fonte 1, Fonte 2

 

Placeholder for advertising

2 pensieri su “Guild Wars 2: confermati oltre 100 licenziamenti, patch del WvW rinviata

  1. mykysamurai77

    Per fortuna in america non è così difficile trovare un nuovo lavoro.
    Purtroppo con GW2 si sono un po’ persi e se non stai al passo oggigiorno col la concorrenza di moba, survivors, battle royale vari, si rischia di perdere utenza.

  2. Raylin Kaon

    Dispiace, quando ci sono dei licenziamenti e di questa portata soprattutto è una piccola sconfitta per l’azienda. Giusto rinviare la patch e mi auguro per il futuro che Arenanet si riprenda quei 100 dipendenti. Good luck

Rispondi