MMO.it

antitrust

Microsoft e Activision Blizzard: i tempi dell’acquisizione si allungano in Europa e Cina

Microsoft e Activision Blizzard: i tempi dell’acquisizione si allungano in Europa e Cina

Sicuramente non è un periodo facile per Blizzard. Dopo la clamorosa notizia del mancato rinnovo di licenza con NetEase, cosa che a gennaio porterà alla chiusura di tutti i prodotti della compagnia in Cina (tranne Diablo Immortal), continuano i problemi anche sul fronte della discussa acquisizione di Activision Blizzard King da parte di Microsoft. Dopo le lamentele di Sony relative alla possibile esclusività di Call of Duty, che hanno portato ad una frenata e a maggiori controlli da parte dell’antitrust inglese, questa volta le critiche sorgono dalle autorità antitrust di Cina e Europa. Sembra infatti che il China’s State Administration for Market Regulation (SAMR), cioè l’antitrust cinese, abbia rifiutato la richiesta di Microsoft di utilizzare…

L’antitrust inglese chiede l’opinione degli utenti sull’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft

L’antitrust inglese chiede l’opinione degli utenti sull’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft

Il CMA, l’ente antitrust britannico, ha aperto un appello pubblico per la valutazione della nota acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft. La decisione arriva una settimana dopo che l’organo ha rilasciato la sua dichiarazione sull’acquisizione, esprimendo le sue preoccupazioni sulla fusione e respingendo le argomentazioni di Xbox su aspetti come l’esclusività di Call of Duty. Ecco le parole dell’autorità di regolamentazione del Regno Unito: A questo punto invitiamo chiunque, compresi i membri del pubblico, a condividere le proprie opinioni con noi. In sostanza, viene chiesto il parere sull’acquisizione agli utenti finali. A seguire, il CMA procederà all’acquisizione e al riesame delle prove della fusione e alla fine terrà delle audizioni con Microsoft e…

Maxi multe a Valve, ZeniMax, Capcom, Bandai Namco, Koch Media e Focus Home dalla Commissione Europea

Maxi multe a Valve, ZeniMax, Capcom, Bandai Namco, Koch Media e Focus Home dalla Commissione Europea

La Commissione Europea ha oggi comminato una serie di maxi multe a svariati publisher per aver violato le regole antitrust europee: Valve in primis, ma anche Capcom, Bandai Namco, Focus Home Interactive, Koch Media e ZeniMax. Le sanzioni ammontano complessivamente a 7,8 milioni di euro. Nel comunicato stampa della Commissione si legge quanto segue: Valve e gli altri publisher hanno appositamente limitato le vendite tra stati di alcuni videogiochi per PC, basandosi sulla geolocalizzazione degli utenti all’interno dell’Area Economica Europea (EEA), tacciandosi quindi di pratiche di geo-blocking. Tutti i publisher, ad eccezione di Valve, hanno collaborato con la Commissione e perciò hanno avuto una riduzione sanzionatoria. Valve ha deciso di non farlo ed è stata multata per oltre 1,6…

Cyberpunk 2077: l’antitrust polacca monitorerà i lavori di CD Projekt RED

Cyberpunk 2077: l’antitrust polacca monitorerà i lavori di CD Projekt RED

CD Projekt RED si prepara a ricevere le visite dell’UOKiK (Polish Office of Competition and Consumer Protection), ovvero l’organo governativo polacco incaricato di proteggere e tutelare il consumatore e la competizione commerciale. Secondo quanto riportato dal quotidiano Dziennik Gazeta Prawna, il suddetto organo monitorerà direttamente lo stato dei lavori dell’ultimo titolo sviluppato dalla software house, ovvero il tanto discusso Cyberpunk 2077. Dalla sua uscita, infatti, il nuovo action RPG open world prodotto da CD Projekt RED ha ricevuto diverse lamentele riguardo all’insufficiente ottimizzazione su PlayStation 4 e Xbox One che rende il titolo praticamente ingiocabile, soprattutto sulle versioni base delle console. Secondo quanto riportato da Digital Foundry, sulla vecchia generazione Cyberpunk 2077 non riesce a mantenere…