MMO.it

MMO-PERLE: IL BUG PIU’ FASTIDIOSO DI ULTIMA ONLINE

MMO-PERLE: IL BUG PIU’ FASTIDIOSO DI ULTIMA ONLINE

Lo scorso aprile abbiamo scritto una news che raccontava come un giocatore di Ultima Online avesse tradito e ucciso tutti i player del server roleplay hardcore in cui giocava. Come ammesso già allora, non era proprio una news, dato che si trattava di un evento successo anni prima. Era più una curiosità, uno di quegli eventi strani che a volte si verificano grazie agli MMO.

Dato il successo di quella storia (davvero, un sacco di voi ci hanno chiesto di pubblicarne altre) abbiamo deciso di creare una rubrica apposta per questo: le MMO-Perle, anche dette “Forse non tutti sanno che”. In questo spazio racconteremo i fatti più curiosi, divertenti o interessanti avvenuti nell’MMO-sfera.

E ovviamente la prima MMO-Perla non poteva non essere dedicata a Ultima Online (UO per gli amici), il mitico MMORPG di Richard Garriott che il prossimo settembre compirà 20 anni. Un gioco rivoluzionario per i suoi tempi, che non solo ha gettato degli standard per il genere, ma che ancora oggi ha molto da insegnare a tanti MMO più recenti.

Eppure Ultima Online non era tutto rose e fiori, anzi: agli inizi, nel lontano 1997, il gioco era pieno di bug e problemi di lag, cosa d’altronde inevitabile considerata la tecnologia e le connessioni del tempo. In particolare uno di questi bug, però, era veramente snervante.

ultima online mmo-perle

UO presentava una meccanica che permetteva di imparare un’abilità guardando gli altri giocatori compiere la relativa azione: osservando qualcuno che si allenava con la spada, potevi migliorare la tua abilità con la spada; osservando qualcuno che suonava il liuto, potevi migliorare come bardo. Insomma, guardando un giocatore compiere una certa skill c’era una piccola possibilità che salisse anche la propria. Questo, ovviamente, poteva succedere se non si era ancora raggiunto lo skill cap, allora fissato a 700 punti, che non erano certo tanti.

Qui si presentò il problema: ad un certo punto, a causa di un bug questo apprendimento delle skill tramite l’osservazione iniziò a sottrarre punti dalle skill che erano state lockate (e che non si voleva abbassare). Giusto per chiarire: a livelli alti, alzare una skill era una fatica immane. Per portare un’abilità da 98 a 99 potevano servire intere settimane di gioco. Capite quindi che perdere un punto in queste skill per un motivo o per l’altro poteva equivalere a decine di ore di gioco buttate via.

Come se non bastasse, le skill ai livelli bassi salivano molto velocemente. E qui si venne a formare lo scenario per le trollate perfette: i troll (o i griefer, o comunque i giocatori che volevano arrecare un danno agli altri) iniziarono a correre per le città, tra banche e taverne, spammando skill che gli altri giocatori non avevano imparato (nè avevano intenzione di fare). Così facendo, questi ultimi si trovarono a perdere delle preziose skill senza volerlo.

 

ultima online mmo-perle

Ultima Online è famoso per i suoi giocatori sempre amichevoli e collaborativi, come ci mostra il gentiluomo a cavallo in alto a sinistra.

Il problema non si comprese immediatamente, per cui molti player si videro abbassate decine di sudate skill. Quando si diffuse la voce, fu il panico: alcuni giocatori iniziarono a scappare freneticamente senza una meta, altri attaccarono i troll, finendo però ingloriosamente uccisi dalle guardie cittadine. I giocatori più audaci decisero di fuggire dalle città e organizzarsi in gruppi, rifugiandosi nei luoghi più impervi di Britannia, tra valli e foreste nascoste dove formare delle micro-comunità.

Altri scelsero infine di restare disconnessi finchè il bug non fu risolto da Origin Systems, settimane dopo. Electronic Arts non fornì alcun tipo di rimborso per l’accaduto, e questa è forse la cosa più incredibile. Se oggigiorno in un MMO capitasse un bug/exploit del genere, qualsiasi software house si affretterebbe a garantire a tutti gli utenti coinvolti un risarcimento o un rimborso del tempo di gioco, se non addirittura un rollback dei server. Ma si sa, erano altri tempi per gli MMO.

Certo è che questo problema traumatizzò molti giocatori. Si narra che ancora oggi qualche avatar vaghi solitario nei lugubri dungeon di Britannia, schivo al contatto con qualsiasi giocatore per paura di perdere le sue amate skill…

Come capita per ogni buona storia, la realtà finisce per fondersi con la leggenda. In ogni caso, questo rimane in assoluto uno dei bug più tremendi di sempre per Ultima Online.

E voi? Qual è il bug più fastidioso che avete incontrato in un MMO?

 

 

Placeholder for advertising