MMO.it

Lord of the Rings Online: viaggio nei Legendary Server – Speciale

Lord of the Rings Online: viaggio nei Legendary Server – Speciale

Un mese fa abbiamo dato notizia dell’apertura dei due Legendary Server di Lord of the Rings Online, Anor e Ithil. Ci stiamo giocando e vi vogliamo raccontare se questa formula, scelta dalla proprietà del gioco Standing Stone Games, ha riscosso successo oppure no.

Sono passati 11 anni dalla release di LOTRO. Spinto dall’hype indotto dalla gloriosa licenza e dalla fortuna ottenuta dalla saga cinematografica, dal punto di vista commerciale si è però scontrato con il periodo d’oro (è mai finito?) di World of Warcraft e dell’ottimo, al tempo, EverQuest 2.

La release del 2007, nonostante i pochi bug e la vasta profondità dell’endgame, passò quasi in sordina. Eppure la Terra di Mezzo era rappresentata molto bene, con una storia che si andava a fondere con la trama originale dei libri in modo magistrale. Per un MMO themepark, poi, vi erano anche molti modi di fare un po’ di sano roleplay.

Il vero successo dopo l’uscita del gioco arrivò con la prima espansione, Mines of Moria, nel 2008. Negli anni a seguire la sua comunità si è dimostrata solida e matura, o per età o per devozione alle opere di Tolkien. Ad oggi si contano sei espansioni, alcune riuscite e altre molto meno, spesso a causa di licenziamenti o cambi di proprietà. La longevità è stata garantita anche dalla trilogia de Lo Hobbit al cinema, fonte indubbia di linfa vitale per nuovi e vecchi giocatori, che hanno iniziato o ripreso a giocare.

Tante cose sono passate in questi 11 anni: ad esempio il passaggio al modello free-to-play, che alla fine si presenta come una lunga trial, perché di fatto per godere a pieno del gioco serve pagare un abbonamento, inutile nasconderlo. Comunque chi all’epoca ha sottoscritto per circa 200€ la licenza Lifetime ha fatto un affare: 11 anni e oltre di abbonamento pagato, niente male. Resta poi un item shop molto vasto dove è facile cadere in tentazione non solo per comprare oggetti estetici, ma anche boost di esperienza e svariati altri servizi.

 

LOTRO Lord of the Rings online

Ritorno nella Terra di Mezzo

Ma veniamo a noi: tratteremo qui non lo stato attuale del gioco sui server cosiddetti “live”, ma prenderemo in rassegna quello che offrono i due Legendary World, ovvero server nati con lo scopo di riproporre in chiave moderna il gioco base, Shadows of Angmar, con la grafica aggiornata e tutte le migliorie dell’attuale client. Per scendere nel merito delle caratteristiche rileggetevi la nostra news.

Oggi, a circa un mese dalla release, posso confermare che i due server sono molto popolati e si trovano gruppi per tutti i contenuti. La difficoltà non è quella originale, che sarebbe molto frustrante secondo i canoni attuali di mercato. Tuttavia la sfida è complessa e difficilmente troverete personaggi che non accettano un invito in gruppo per velocizzare e rendere più gradevole lo svolgersi delle quest. Solo l’exp che si guadagna nelle missioni dei Book, ovvero della storyline principale, ha un handicap, perché altrimenti falserebbe l’esperienza di gioco su questi server.

La bellezza delle location regge bene il confronto col tempo (il motore grafico ha circa 15 anni!): le correzioni grafiche sono evidenti rispetto alla prima release, ma non hanno tolto nulla alla magica atmosfera che si respira nella Contea, nelle Terre Selvagge o a Gran Burrone. Da questo punto di vista Lord of the Rings Online resta una delle esperienze più immersive di sempre in ambito MMORPG. Le taverne, come quella del Puledro Impennato, sono piene di personaggi che suonano, bevono insieme e si preparano a intraprendere le quest. Decisamente un’atmosfera che non si trova nei giochi massivi moderni, purtroppo.

 

LOTRO Lord of the Rings online

Il crafting negli anni si è ammorbidito, e in un server come questo è molto utile. Il mercato in-game ha grande richiesta degli oggetti creati dai giocatori.

C’erano remore riguardo a come si sarebbero integrate le nuove classi, Warden e Rune-keeper e Beorning, che all’epoca della release non erano presenti. Esse sono sicuramente avvantaggiate, seppur di poco, dal momento che sono classi più versatili di quelle “native” e quindi hanno vita più facile in solo e in gruppo.

Ricordando che Lord of the Rings Online è interamente in inglese e che per giocare sui Legendary Server è necessario un abbonamento attivo, possiamo considerare che alcuni abbiano una Lifetime, mentre il resto sono persone che pagano il VIP, e in ogni caso lo store dove poter spendere qualche euro è ben visibile in-game. Non sono presenti al momento oggetti troppo sgravati, anche se il problema è del tutto marginale se consideriamo che in questi server non si accede alla modalità PvMP (player versus monster player). Una scelta, questa, peraltro molto criticata da una parte della comunità.

Tirando le somme, a mio avviso l’esperienza di questi Legendary Server merita di essere provata, sicuramente dai vecchi giocatori, ma anche dai nuovi. Certo, non vi troverete davanti a un Black Desert e neppure a un Bless Online: il gioco rimane di vecchio stampo, un “clone di WoW”, ma con una community, un lore e un’immersione (penso ad esempio al leveling nella Contea, dove potrete progredire di interi livelli senza utilizzare armi o incantesimi, ma solo aiutando gli NPC hobbit nelle loro faccende quotidiane) che i titoli più recenti non possono garantire allo stesso modo.

 

LOTRO Lord of the Rings online

A detta degli sviluppatori la prima espansione, dedicata alle Miniere di Moria, verrà sbloccata tra circa tre mesi. C’è quindi tutto il tempo per livellare con calma. Con Moria inoltre arriverà anche la modalità skirmish (schermaglia).

Il level cap è il 50, rispetto al 120 dei server live. Giocare grindando toglie molta della magia del titolo. Il nostro consiglio, e la bellezza di questo server, è quello di affrontare con calma il viaggio, senza pensare ossessivamente al cap, comunque facilmente raggiungibile senza perdere il gusto dell’esplorazione e della collaborazione che Lord of the Rings Online mette a disposizione.

Di seguito potete vedere il trailer di lancio dei Legendary Server. E voi, li avete provati? Che ne pensate?

 

 

 

Placeholder for advertising

Rispondi