MMO.it

World of Warcraft Classic e Battle for Azeroth – Video speciale BlizzCon 2017

World of Warcraft Classic e Battle for Azeroth – Video speciale BlizzCon 2017

Alla BlizzCon 2017 Blizzard ha svelato importantissime novità in arrivo per World of Warcraft, tra la nuova espansione e i server vanilla ufficiali. Sebbene stia per compiere tredici anni, l’MMO più giocato del mondo sembra avere ancora molte frecce al suo arco.

Per questo abbiamo realizzato un nuovo video speciale in cui facciamo un riepilogo di tutti i principali annunci su WoW.

Se il video vi piace ricordatevi di iscrivervi al nostro canale YouTube. Buona visione!

 

 

Basta server privati, arriva WoW vanilla

Il primo annuncio è arrivato come un fulmine a ciel sereno: Blizzard ha infatti annunciato una modalità vanilla per il gioco, chiamata World of Warcraft Classic. Sono in sviluppo dei server ufficiali che permetteranno di rivivere l’esperienza originale di WoW com’era nel 2004, prima delle espansioni. Questa modalità nasce in risposta alle numerosissime richieste dei fan, che da anni chiedono a gran voce la possibilità di tornare alle origini, nel bene e nel male.

Il progetto è appena iniziato, quindi non è ancora stato svelato alcun periodo di lancio. In ogni caso World of Warcraft Classic non toglierà risorse al titolo principale, dal momento che per l’impresa è stato creato un team separato.

 

La battaglia contro la Legione è finita, la battaglia per Azeroth sta per cominciare

Blizzard ha poi presentato in pompa magna la nuova espansione di WoW, Battle for Azeroth. L’espansione ruota attorno a Orda e Alleanza, che stanno per tornare in guerra dopo anni di pace. L’Orda controllerà l’intera Kalimdor, mentre l’Alleanza avrà il dominio di tutti i Regni Orientali.

Battle for Azeroth alzerà il level cap al 120 e introdurrà due continenti inediti, Kul’Tiras per l’Alleanza e Zandalar per l’Orda, divisi in tre zone ciascuno. Con queste regioni arriveranno nuove missioni mondiali, spedizioni e incursioni, una delle quali ci porterà a combattere la potente regina Azshara.

Sarà possibile razziare le isole inesplorate del Grande Mare con un gruppo di 3 persone, in un misto di scenari PvE e PvP. Arriverà poi una modalità PvE pensata per un gruppo di 20 giocatori, Fronti di Guerra.

Un altro importante cambiamento riguarda la divisione tra server PvE e PvP, che verrà rimossa: ogni giocatore potrà quindi decidere se entrare o meno in modalità PvP. Inoltre lo scaling delle zone verrà implementato in tutto il mondo di gioco: il livello di ogni PG sarà perciò scalato in base alla regione, come già accade in altri MMO.

Dal punto di vista dell’equipaggiamento la principale novità è il Cuore di Azeroth, una collana leggendaria che potrà essere potenziata e infusa con la forza dei Titani.

Ma soprattutto con Battle for Azeroth arriveranno sei nuove razze alleate, tre per l’Orda e tre per l’Alleanza, tra cui i Tauren di Alto Monte, gli Elfi del Vuoto e i Nani Ferroscuro. Potremo reclutare queste sotto-razze come compagni alleati o impersonarle direttamente per ottenere come ricompensa una potente armatura.

Battle for Azeroth uscirà nel corso del 2018. Prenotandola si otterrà un boost al livello 110 per un personaggio.

In conclusione la BlizzCon ha messo in mostra un gioco che, nonostante qualche segno di stanchezza, pare avere ancora molto da dire. L’espansione è sembrata un po’ meno vivace ed esplosiva del solito, ma in cambio l’annuncio dei server classici ha risvegliato l’interesse di tutti i nostalgici.

Il re vuole riprendersi il suo trono: la concorrenza è agguerrita, ma il 2018 potrebbe rivelarsi un grande anno per World of Warcraft.

 

 

Placeholder for advertising