MMO.it

activision blizzard

Diablo 4: il game director e il lead designer sono stati allontanati da Blizzard

Diablo 4: il game director e il lead designer sono stati allontanati da Blizzard

Secondo quanto riporta Kotaku, il game director di Diablo 4 Luis Barriga, il lead designer Jesse McCree ed un altro importante designer di World of Warcraft, Jonathan LeCraft, sono stati allontanati da Blizzard ieri. La notizia è stata confermata dalla stessa software house in un’email, nella quale viene scritto: Confermiamo che Luis Barriga, Jesse McCree e Jonathan LeCraft non fanno più parte della compagnia. Abbiamo già un numeroso e talentuoso gruppo di sviluppatori e sono stati assegnati nuovi leader nei settori appropriati. Siamo fiduciosi nella nostra abilità di continuare a progredire, di rilasciare eccellenti esperienze di gioco per i nostri giocatori e di muoverci sempre in avanti per garantire un ambiente di lavoro sicuro e produttivo, per…

Scendono gli utenti di World of Warcraft, salgono quelli di Final Fantasy 14

Scendono gli utenti di World of Warcraft, salgono quelli di Final Fantasy 14

La nota testata britannica BBC ha pubblicato una lunga inchiesta dedicata alla situazione attuale di World of Warcraft. Come sapete il celebre MMORPG sta attraversando un momento storico particolarmente difficile e delicato a causa del terremoto che sta scuotendo fin dalle fondamenta Activision Blizzard, tra le gravi accuse di discriminazioni, molestie sessuali e differenze salariali nei confronti delle donne, nonché la marcia di protesta da parte dei dipendenti dell’azienda, le dimissioni del presidente J. Allen Brack e la causa legale intentata dagli investitori. Il presentatore Scott Johnson ha parlato di una “tempesta perfetta che sta colpendo World of Warcraft”. Secondo quanto riporta l’articolo, il titolo avrebbe perso milioni di utenti nei mesi scorsi, numero che sarebbe…

Activision Blizzard: una causa dagli azionisti per aver nascosto i casi di molestie

Activision Blizzard: una causa dagli azionisti per aver nascosto i casi di molestie

Continua la bufera in casa Activision Blizzard: tutto è partito a fine luglio con la causa intentata dal Department of Fair Employement and Housing (DFEH) dello stato della California contro l’azienda di Irvine, citando tra le accuse gravi casi di molestie, discriminazioni contro le donne e differenze salariali sul posto di lavoro. A questo sono seguite le testimonianze di centinaia di dipendenti e sviluppatori, che hanno organizzato una grande marcia di protesta e uno sciopero al grido di #ActiBlizzWalkout. L’altroieri il presidente di Blizzard J. Allen Brack, probabilmente su spinta della dirigenza, ha annunciato le sue dimissioni, e verrà sostituito da Jen Oneal e Mike Ybarra. Brack era diventato presidente della compagnia nel 2018 dopo…

Diablo Immortal rinviato al 2022, procede lo sviluppo di Diablo 4

Diablo Immortal rinviato al 2022, procede lo sviluppo di Diablo 4

Torniamo ancora una volta a parlare di Blizzard, la quale sta attraversando un periodo di crisi non indifferente, sfociate giusto ieri nelle dimissioni del presidente J. Allen Brack. In questo caso specifico però ci sono novità su Diablo Immortal, titolo mobile annunciato durante la BlizzCon del 2018. Nonostante le intenzioni della compagnia fossero quelle di far uscire il gioco entro quest’anno, è stato deciso di posticiparlo alla prima metà del 2022. Proprio lo scorso aprile si è svolta la closed alpha di Diablo Immortal, a cui hanno potuto partecipare diversi membri della stampa, alcuni content creator e diversi utenti in Australia: è proprio a causa dei feedback riportati da questa sessione di testing che è emersa…

Blizzard: si dimette il presidente J. Allen Brack, verrà sostituito da Jen Oneal e Mike Ybarra

Blizzard: si dimette il presidente J. Allen Brack, verrà sostituito da Jen Oneal e Mike Ybarra

A seguito delle notizie nelle scorse settimane di comportamenti discriminatori e sessisti sul posto di lavoro e della marcia di protesta degli sviluppatori fuori dalla sede di Irvine, Blizzard era stata comprensibilmente investita da un’enorme polemica. L’ennesima, dopo che negli ultimi anni la software house era già stata spesso ai disonori delle cronache, tra il caso Blitzchung, il remake di Warcraft 3 completamente sbagliato ed in generale una situazione di percepito disagio all’interno dell’azienda. Questa ha portato oggi alle dimissioni del presidente J. Allen Brack, che ha deciso di lasciare Blizzard, non è chiaro quanto presentate volontariamente. Brack era diventato presidente della compagnia nel 2018 dopo le dimissioni di Mike Morhaime, lavorava in Blizzard dal 2006…

Accuse a Blizzard: cosa sta succedendo?

Accuse a Blizzard: cosa sta succedendo?

Questa settimana l’industria videoludica è stata scossa dagli avvenimenti che hanno riguardato Activision Blizzard e il mondo sta continuando a seguire la vicenda con il fiato sospeso. Per chi invece non sa che cosa stia succedendo a Blizzard, il seguente è un riassunto delle puntate precedenti. Il 21 luglio, il Department of Fair Employement and Housing (DFEH) dello stato della California ha fatto causa alla software house di Irvine a seguito di un’investigazione durata quasi due anni. All’interno del documento, che potete leggere per intero in lingua inglese a questo indirizzo, ci sono accuse di discriminazioni contro le donne, gravi casi di molestie sessuali e differenze salariali e nelle promozioni a posizioni lavorative nell’azienda. Sono…

La storia di come Blizzard riuscì a rovinare il remake di Warcraft 3

La storia di come Blizzard riuscì a rovinare il remake di Warcraft 3

Che Warcraft 3 Reforged non fu un grande prodotto è storia nota: il remake del leggendario strategico di Blizzard uscì nel gennaio 2020 con numerosi problemi, con un downgrade grafico notevole rispetto ai video di presentazione mostrati precedentemente, e fu in generale insoddisfacente, peraltro presentando anche bug e disguidi nel multiplayer competitivo e nella connettività. Jason Schreier, ormai arcinoto giornalista videoludico d’inchiesta, ha fatto luce sulla vicenda in un lungo articolo su Bloomberg. “Il disastroso remake”, si legge, “fu frutto di una cattiva gestione e di pressioni finanziarie”, stando a nuovi documenti e ad interviste svolte con persone a conoscenza dei fatti. Ma non solo: “In generale, la release fu il segno di un cambiamento culturale all’interno di…

Blizzard: ecco la situazione attuale dell’azienda tra declino, licenziamenti e nuovi progetti in sviluppo

Blizzard: ecco la situazione attuale dell’azienda tra declino, licenziamenti e nuovi progetti in sviluppo

In questi giorni IGN ha pubblicato un’inchiesta speciale dedicata all’attuale situazione di Blizzard Entertainment. L’articolo in questione è stato trattato dalla redattrice senior Kat Bailey, con delle interessanti dichiarazioni da parte dei vertici dello studio. Se nel 2016 l’uscita di Overwatch fu un grande successo che portò l’azienda a pensare di star avendo una sorta di “piccola rinascita”, nel 2018 iniziò invece il lento declino, anno in cui  la compagnia non ebbe abbastanza giochi per poter sostenere un buon BlizzCon, continuando poi nel 2019, in cui iniziarono ad esserci numerosi licenziamenti e in cui avvenne il caso Blitzchung. Nei primi mesi del 2020 è arrivata la pandemia, assieme allo smantellamento del team di Warcraft 3 Reforged,…

Activision Blizzard ha ottenuto guadagni record con Call of Duty, ma ha perso il 29% dei giocatori in 3 anni

Activision Blizzard ha ottenuto guadagni record con Call of Duty, ma ha perso il 29% dei giocatori in 3 anni

Nei giorni scorsi è stata pubblicata l’ultima relazione per gli investitori di Activision Blizzard riguardante i primi tre mesi del 2021. Ebbene, pare che la compagnia statunitense abbia avuto il suo trimestre più redditizio di sempre. Secondo il comunicato stampa, Activision Blizzard avrebbe visto i ricavi netti ammontare a 2,28 miliardi di dollari, con un aumento del 27%. Activision Publishing è la società del publisher che avrebbe contribuito maggiormente a questa crescita, registrando ricavi in ​​aumento del 72% su base annua. Questi risultati sono guidati soprattutto da Call of Duty, World of Warcraft e Candy Crush. In particolare la famosa serie di sparatutto ha totalizzato numeri impressionanti grazie al successo di Call of Duty: Black…

Diablo Immortal: è iniziata la closed alpha, nuovo video update

Diablo Immortal: è iniziata la closed alpha, nuovo video update

Blizzard ha annunciato tramite un comunicato stampa l’inizio della closed alpha di Diablo Immortal, titolo mobile annunciato durante la BlizzCon del 2018. Dalle ore 02:00 di questa notte i membri selezionati della stampa, alcuni content creator e diversi utenti in Australia hanno effettuato il loro accesso nel mondo di Diablo Immortal. Con questa seconda fase di test, disponibile unicamente per dispositivi Android, il team di sviluppo introduce diverse novità al titolo e permette ai giocatori partecipanti di provare il contenuto per “varie settimane”. Non è ancora chiaro, infatti, il periodo di durata di questa closed alpha, su cui attendiamo ulteriori comunicazioni. In calce all’articolo potete trovare un video update degli sviluppatori in cui Wyatt Chang,…