MMO.it

The Elder Scrolls Online: Wrathstone – Provato con gli sviluppatori

The Elder Scrolls Online: Wrathstone – Provato con gli sviluppatori

Da una settimana è live per gli utenti PC e Mac la prima delle quattro release della Stagione del Drago di The Elder Scrolls Online: Wrathstone. Si tratta di un canonico DLC contenente due dungeon, a cui tutti i fan dell’MMO di ZeniMax sono ormai abituati.

Il costo si aggira sui €12,99 (1500 Crown) ma, come al solito, il DLC è gratuito per tutti i possessori di abbonamento ESO Plus. Oltre ai due dungeon, Depths of Malatar e Frostvault, Wrathstone introduce nuovi set, oggetti collezionabili e linee missioni con relative ricompense. Forse tuttavia per i giocatori appassionati è ancor più eccitante l’aggiornamento gratuito concomitante: l’Update 21. Andiamo ad analizzarli.

 

Wrathstone DLC
Depths of Malatar

Abbiamo avuto la possibilità di provare questo dungeon direttamente con gli sviluppatori, che ce ne hanno illustrato le peculiarità. Ci troviamo in un’antica rovina sotterranea Ayleid che “ritroveremo” tra qualche secolo in TES IV: Oblivion, specificatamente Knights of the Nine. Garlas Malatar dell’era di ESO è una città sommersa colonizzata da truppe Imperiali al servizio di Meridia, che dovremo affrontare per arrivare a scoprire i segreti di questo luogo.

Viaggeremo attraverso ambienti molto dettagliati e differenti tra loro per architettura e caratterizzazione: passeremo da una grotta, attraverso aree dalla spiccata estetica imperiale fino a zone palesemente Ayleid, il tutto senza soluzione di continuità. In questo devo ammettere che c’è stato un ottimo lavoro creativo, con zone dalla flora ispirata a climi mediterranei e… coperte di ghiaccio! Infatti, come spiegato dagli sviluppatori, le lacrime di uno dei boss hanno congelato un’area intera di questa caverna.

Nel complesso il dungeon è estremamente lineare: non troveremo bivi alla Wolfhunterma i boss risultano sufficientemente vari e interessanti. Uno di questi addirittura crea un’atmosfera horror davvero suggestiva, ma forse non sfruttata a sufficienza con una meccanica che sa di già visto.

 

The Elder Scrolls Online - Wrathstone - Weeping Woman

Frostvault

Il secondo dungeon invece è situato in una rovina Dwemer dove tribù goblin sono in lotta con macchinari nanici. I boss presentano meccaniche peculiari e anche in questo dungeon gli sviluppatori han voluto spingere molto sulla consapevolezza dell’ambiente e l’adattarsi ad esso, piuttosto che concentrarsi solo sui danni al boss. Il boss finale in Hard Mode rappresenta poi l’attuale apice della difficoltà per i party, considerata la difficoltà intrinseca delle meccaniche. Anche in modalità Normal dunque non risulterà assolutamente banale.

Anche qui gli ambienti sono eterogenei, alternando architetture prettamente goblin e tribali a quelle Dwemer. Come in Depths of Malatar anche qua avremo modo di approfondire la lore, specialmente le stesse Wrathstone, che saranno punto focale della storia in Elsweyr.

 

The Elder Scrolls Online - Wrathstone - Lurker

Update 21
La Zone Guide

Come primo aggiornamento alla quality of life nel gioco troviamo il nuovo sistema di guida delle zone, pratica interfaccia che può essere trovata a lato della mappa di gioco. Questa ci aiuterà a tenere traccia del nostro progresso nella zona su cui abbiamo aperta la mappa: segnalerà infatti diverse barre di progresso su luoghi da visitare, attività da svolgere, skyshard da trovare e boss da battere, senza per questo doversi perdere a cercare nella vastissima interfaccia relativa agli achievement. Davvero pratica per tutti i giocatori che puntano al completamento del gioco al 100%!

The Elder Scrolls Online - Wrathstone - Guida

Ricerca dei Vendor

Questo è in assoluto l’aggiornamento a me più gradito, e lo stesso credo valga per molti altri fan. Finalmente si possono cercare oggetti in un vendor compilando una barra di ricerca. Il funzionamento è similare a quello cui siamo abituati con i maggiori motori di ricerca per browser, con filtraggio automatico mentre stiamo ancora digitando il termine della ricerca.

Credo che non servano ulteriori spiegazioni per comprendere l’utilità di questa feature, ai giocatori di Elder Scrolls Online e non. A mio avviso sarebbe dovuta uscire fin da subito con l’introduzione dei merchant in gioco ma, come si suol dire, meglio tardi che mai. Un piccolo grande aggiornamento per tutti i giocatori, bene così!

 

The Elder Scrolls Online - Wrathstone - Symphony

Wrathstone risulta dunque un buon contenuto creativo, ma non riesce ad innovare rispetto al canonico DLC da due dungeon. Un’aggiunta comunque sempre gradita per gli abbonati ESO Plus. Le novità gratuite dell’Update 21, invece, risultano davvero utili e interessanti.

Vedremo quali altri contenuti ci porterà la Stagione del Drago a partire da questa estate con l’ambiziosa espansione Elsweyr che vedrà, tra le altre cose, l’introduzione del Negromante come nuova classe giocabile.

Voi avete già messo piede in Wrathstone? Vi sta piacendo?

 

 

Placeholder for advertising