MMO.it

Fallout 76: Non c’è anticheat sui server, hack a tutto spiano

Fallout 76: Non c’è anticheat sui server, hack a tutto spiano

Provengono da Reddit incredibili novità su Fallout 76, che si delinea sempre più come Bethesda aveva previsto: un gioco pieno di “bug e problemi spettacolari“.

In buona sostanza, l’architettura di rete non prevede alcun controllo lato server dei file e dei pacchetti inviati e trasmessi ai e dai giocatori, col risultato che chiunque dotato di una minima abilità (basta saper seguire alcune semplici istruzioni) può cheattare come e quanto vuole, al pari di un titolo single player.

Non solo, l’engine su cui gira Fallout 76 è il buon vecchio Gamebyro, moddato allo sfinimento sin dai tempi di Oblivion. Attraverso le miriadi di tool a disposizione degli utenti rilasciati nel corso di questi anni che hanno consentito di moddare i prodotti Bethesda, si può stravolgere anche Fallout 76… con la differenza che qui l’azione si svolge online.

Ecco tutto ciò che per ora si è scoperto essere possibile fare:

  • Si possono cambiare i modelli di ogni cosa: rendere gli alberi più piccoli, i corpi dei giocatori luminescenti (per vederli o mirarli meglio), senza patire alcuna conseguenza.
  • Si può agilmente andare in noclip e camminare attraverso i muri modificando il file .esm di Fallout 76 (proprio come in ogni altro titolo Bethesda single player) e non c’è alcun check del server che prevenga ciò.
  • Utilizzando Wireshark per carpire i pacchetti inviati e ricevuti dal server è possibile creare macro di auto-utilizzo dei consumabili.
  • Si può ottenere l’IP, la posizione e i dati degli altri player (peraltro violando tutte le normative europee in materia di protezione dei dati personali).
  • Si può utilizzare lo stesso Wireshark per continuare a inviare pacchetti che segnalano la propria vita come piena, ottenendo di fatto un god-mode.
  • Si può mandare un pacchetto ad un altro giocatore contenente un comando di disconnessione e farlo sparire dal server.

Ciliegina sulla torta: esistono già dei cheat mod sul Nexus di Fallout 76.

Bethesda ha fatto sapere che è a conoscenza di questi bug ed è al lavoro per risolverli, ma lo stesso fatto che esistano dimostra come il lavoro svolto su Fallout 76 sia stato quantomeno superficiale.

Più di qualcuno su Reddit ha teorizzato che il gioco fosse originariamente previsto come un co-op per pochi amici e solo in seguito si sia deciso di aprirlo a server da 32 utenti. Questo spiegherebbe l’architettura, che prende a piene mani dai single player di Bethesda con nessuna differenza significativa, ed anche la mancanza di check lato server (che in un co-op non servirebbero e anzi sarebbero deleteri nel caso in cui si volesse moddare il gioco).

Una cosa è certa: questi problemi sono di una gravità eccezionale e potrebbero, se non risolti entro poco, portare il gioco alla morte prima ancora dell’uscita ufficiale, prevista per il 14 novembre su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

 

Fonte 1, Fonte 2

Acquista Fallout 76 su Amazon.it

 

Taggato con: , , , ,

Placeholder for advertising