MMO.it

The Elder Scrolls Online: Murkmire – Anteprima con intervista agli sviluppatori

The Elder Scrolls Online: Murkmire – Anteprima con intervista agli sviluppatori

Dal 22 ottobre è disponibile su PC e Mac l’ultimo DLC di The Elder Scrolls OnlineMurkmire. Nel pacchetto troveremo una nuova area con linee narrative incentrate sulla razza argoniana, nuovi world boss e delve oltre ad un’arena inedita. Ma procediamo con ordine.

Per ottenere questo DLC, eccetto per i sottoscrittori ESO Plus che lo vedranno automaticamente incluso, si potrà scegliere di acquistarlo tramite Crown Store per 2.000 Crown. Tuttavia il DLC può anche essere ottenuto gratuitamente come premio per aver effettuato il login per un totale di 24 giorni durante il mese di novembre!

Nei giorni scorsi abbiamo provato Murkmire con due sviluppatori di ZeniMax, il lead designer Ed Stark (no, non quel Ed Stark, NdPlinious), e il lead content designer Jeremy Sera, che ci hanno illustrato le sue peculiarità. Ecco le nostre impressioni.

 

 

Nuova avventura a Murkmire

Come sanno i giocatori di The Elder Scrolls Online, capita spesso di trovare Argoniani nel gioco, in alcuni loro ghetti nelle città o enclavi nelle varie zone, specie a Shadowfen, sul limitare di Black Marsh. Tuttavia si è sempre trattato di Argoniani “provinciali”, per così dire, fuori dal loro habitat naturale e spesso con vite e pensieri alterati dalle altre culture. Murkmire presenta per la prima volta uno spaccato naturale degli Argoniani nel loro ambiente, con i loro affari e questioni da risolvere che le varie quest non esiteranno a proporci via via che procederemo nel DLC. I fan del lore avranno molti di spunti interessanti sulla cultura argoniana, come arazzi, strumenti musicali, giochi e riti funebri solo per citarne alcuni.

 

The Elder Scrolls Online Murkmire TESO

Un curioso strumento argoniano con fattezze di rospo da un lato.

Ricca storia argoniana…

L’architettura è caratteristica di questa zona. È evidente come la palude inghiotta qualsiasi edificio costruito in pietra, come prigioni Imperiali, rovine… e saggiamente i nativi Argoniani prediligono palafitte di legno. Queste sono adatte ai ritmi e alla vita pulsante della palude, che ha avuto molti cicli di alte e basse maree, evidenziati ad esempio da alcune navi in cima agli alberi. Troveremo la città di Lilmoth e le prime palafitte di Alten Meerhleel, che ritroveremo nel futuro (cronologicamente parlando) in The Elder Scrolls: Arena come città fatta e finita.

Alla domanda su quale sia stata la sfida creativa maggiore per la zona, Ed ha risposto: “Sicuramente differenziarla da Shadowfen”. Al tempo stesso però essa si mantiene coerente con il resto di Black Marsh. Troveremo a Murkmire un ambiente con ampia visibilità, essendo quasi tutto territorio pianeggiante, con alberi radi e dal tronco sottile. Specie verso la costa l’occhio si perde sull’orizzonte, al contrario di Shadowfen.

 

The Elder Scrolls Online Murkmire TESO

La vista, specialmente sulle coste, corre fino all’orizzonte (peccato per la bassa draw distance, NdPlinious).

…senza troppe dispersioni

Tra le molte tribù argoniane esistenti, soltanto due di queste hanno scelto Murkmire. Forse un po’ prevedibile la scelta di rendere la prima pacifica e la seconda belligerante, tuttavia pare funzionare nel complesso. Ciascuna tribù ha il suo albero di Hist e perfino fisionomie differenti. Si ha anche modo di approfondire il rapporto naturale degli Argoniani con la morte e la non-morte. Infatti i totem di cui è disseminata la regione sono delle protezioni dalla non-morte, la quale impedisce il ritorno degli spiriti dei defunti all’Hist. Non sempre funzionano bene queste protezioni: vedremo ghoul tentare di alzarsi nonostante il totem piantato nella schiena. Inoltre possono essere aggirate o infrante come tutte le protezioni in genere.

 

The Elder Scrolls Online Murkmire TESO

Imponente ingresso (in rovina) e albero dell’Hist svettante! Questa è sicuramente una tribù argoniana forte e orgogliosa.

Novità concrete?

Volendo ricreare una zona selvaggia e vergine gli sviluppatori hanno pensato di introdurre nuove meccaniche sotto forma di piante carnivore. Tutta Murkmire è disseminata di queste piante che impareremo presto a conoscere, aggirare e neutralizzare. La scoperta si rivela piacevole e aggiunge immersività e varietà al gioco, seppur passi presto in secondo piano, non avendo impatti o vantaggi significativi tali da alterare il gameplay in sua funzione. Insomma una scelta interessante, ma sfruttata male dai developer per non essere troppo punitivi. Presto questa meccanica si trasformerà in abitudine se non perdita di tempo, o verrà addirittura ignorata. Peccato!

 

The Elder Scrolls Online Murkmire TESO

Si possono neutralizzare le piante per un breve periodo usando cautela oppure… ignorare del tutto la meccanica.

Casa dolce casa (nella palude)

Tra le novità si segnala una nuova casa disponibile all’acquisto, che è visibile praticamente da tutta l’area di Murkmire. Si tratta infatti di un simil-tempio precolombiano posto in cima ad un monte in una regione piana dalla vegetazione rada. Difficile non ritrovarla, anche dopo una serata di bagordi!

Ad ogni modo si tratta di una costruzione particolarmente varia, incentrata sull’acqua e con aree ampie da arredare. Per gli amanti dell’housing questo sarà sicuramente un luogo dove perderci giorni per farlo fruttare al massimo del suo potenziale.

 

The Elder Scrolls Online Murkmire TESO

Ho sempre desiderato un ampio salotto con acquario a parete!

Una nuova arena

Un’altra novità è rappresentata dal ritorno di una zona simile alla Maestrom Arena, la Black Prison Arena, paragonabile in tutto e per tutto a quella di Upper Craglorn. Questa farà la felicità dei giocatori hardcore, fornendo equipaggiamento PvE valido a chi cerca solo quello senza velleità di gloria da ladder.

Sono presenti anche meccaniche nuove per world e delve boss: queste vengono insegnate in modo doloroso ma non letale, per rendere il gioco godibile a tutti. Il mio unico dubbio è che affidarsi a meccaniche blande possa sminuire l’esperienza di gioco: non sono favorevole ad una difficoltà troppo punitiva, come nel vecchio Commandos per intenderci (dove se sbagliavi a sparare un proiettile non potevi più completare un livello). Ma non può nemmeno essere troppo all’acqua di rose.

 

The Elder Scrolls Online Murkmire TESO

Un cimitero argoniano che fa da casa ad un World Boss.

In conclusione, Murkmire promette di essere un buon prodotto e offre dei contenuti completi e apprezzabili, seppur non innovativi. Sebbene si tratti di un more of the same, è sicuramente uno scalino sopra ai precedenti DLC da due dungeon. Il prezzo è giustificato ma come al solito sopra il consigliabile.

Ricordiamo tuttavia che Murkmire può essere ottenuto in modo gratuito semplicemente facendo il login per almeno 24 giorni nel mese di novembre. Alla luce di questo, mi sento di porlo un gradino sopra agli altri DLC che abbiamo valutato nei mesi scorsi.

 

Placeholder for advertising