MMO.it

BACHECA GILDE – ECHO OF SILENCE [EOS] PER ALBION ONLINE

BACHECA GILDE – ECHO OF SILENCE [EOS] PER ALBION ONLINE

Rieccoci con la Bacheca Gilde, la rubrica più imitata di tutto il web italiano in cui noi di MMO.it presentiamo i principali clan della community italiana del panorama MMO.

Manca ormai pochissimo al lancio finale di Albion Online, che ovviamente abbiamo intenzione di seguire il più da vicino possibile. Dopo anni di fasi alpha e beta, è un momento storico per fan e giocatori di questo ambizioso MMORPG sandbox fantasy.

Per l’occasione oggi parliamo con ArRO ed Ermessino, due officer della divisione italiana degli Echo of Silence [EOS], gilda internazionale presente su Albion Online.

Ciao! La vostra è una situazione interessante, perché parliamo di una gilda internazionale che al suo interno presenta divisioni di varie nazionalità, tra cui quella italiana. In che modo prendete decisioni e vi rapportate col nucleo non italiano? Siete legati a tutti gli effetti alla gilda inglese o mantenete una certa indipendenza?

Ciao e grazie per l’interessamento mostrato nei nostri confronti.

La nostra Divisione Italiana rappresenta gli EOS in tutto e per tutto; siamo un gruppo che si gestisce da solo, siamo totalmente indipendenti anche se ogni decisione viene presa e condivisa con i vari Officer e GM EOS.

Manteniamo una nostra indipendenza dal punto di vista gestionale del gruppo italiano sottostando comunque a quelle che sono le regole generali della Gilda; siamo EOS a tutti gli effetti.

Raccontateci come e quando si è formata la divisione italiana degli EOS.

Qui la storia è lunga, cercherò di riassumertela brevemente. Il nostro gruppo nasce diverse beta fa, dall’unione di player divisi in varie gilde italiane e non (Khansel, Ermessino, Kaito, Furlo, Garlink, Schiaffo ecc.). La scorsa beta l’unione di diversi player ha dato vita alla gilda totalmente italiana Dread Pirate Roberts con la quale ci siamo fatti conoscere nel panorama internazionale nonostante fossimo 30 player, arrivando ad avere anche lo spotlight sul sito ufficiale di Albion Online.

Ci siamo fatti valere arrivando a conquistare 9 territori contando esclusivamente sulle nostre forze: giocavamo hardcore, ovviamente in zona nera, nonostante i numeri non fossero dalla nostra parte, perché ahimè questo è un gioco dove i numeri contano e non poco. Verso la fine della beta, grazie al nostro bomber Ermessino aiutato da player storici del nostro gruppo come Kaito e Furlo, abbiamo preso contatti con gli EOS… ed eccoci qui :)

Al momento su quanti membri attivi può contare la divisione italiana degli EOS?

Al momento, essendo molto selettivi, contiamo su 50 membri attivi.

A quali contenuti di Albion Online vi dedicate? Siete una gilda social o più hardcore?

Siamo una gilda hardcore dedita al PvP in tutte le sue forme.

 

 

Sappiamo che vi concentrate molto sul PvP. Ma per poter fare PvP ad alti livelli è necessario dedicarsi anche al gathering, al crafting (per avere un ricambio continuo di armi e armature) e al commercio (per guadagnare i gold necessari per le spese di gilda). Come conciliate questi diversi aspetti?

Abbiamo una struttura sociale ed economica forte e organizzata. Ogni player ha l’obbligo di gathering perché la gilda provvede a tutte le necessità dei player che ne fanno parte: armi, armature, pozioni, cibi, cavalcature ecc.

All’endgame di Albion Online è possibile avere un personaggio che combatta e al tempo stesso abbia delle abilità di crafting, oppure è necessario scegliere se specializzarsi nel combattimento o nelle professioni artigianali?

Per poter essere competitivi è bene scindere le due cose, noi abbiamo crafter specializzati, gatherer specializzati e ognuno di noi ha due PG: uno da PvP, uno da gatherer/crafter.

Da quanto avete avuto modo di provare in beta il bilanciamento in ottica PvP è soddisfacente o ci sono combinazioni di skill ed equip sbilanciate che andrebbero risolte?

In ogni MMO c’è il famoso meta. Il PvP è bilanciato e variegato poi ovviamente ci sono classi più performanti in GvG altre in ZvZ ecc.

Volgendo lo sguardo indietro, Albion Online ha avuto uno sviluppo molto lungo, iniziato più di cinque anni fa. Quasi non sembra vero che siamo infine giunti al momento del lancio finale. Siete soddisfatti della direzione e del supporto di Sandbox Interactive finora?

Penso che il lavoro sia stato lungo, forse un po’ troppo. Speriamo di raccoglierne i frutti e avere un gioco all’altezza della community che lo segue sin dall’inizio.

Al momento secondo voi che cosa andrebbe migliorato del gioco? Su cosa dovrebbero concentrarsi gli sviluppatori per i prossimi mesi?

Sicuramente sull’endgame, pensare già a possibili espansioni e contenuti nuovi.

 

 

Sappiamo che Albion Online è buy to play con canone opzionale, ovvero è necessario acquistare il gioco e poi è possibile (ma non obbligatorio) pagare l’abbonamento chiamato Premium, che fornisce importanti vantaggi per quanto riguarda la velocità di skilling, l’ottenimento di gold, risorse e altro.

Dopo il lancio avete intenzione di sottoscrivere tutti il Premium? Per poter giocare con gli EOS sarà richiesto il Premium attivo?

Il Premium non è obbligatorio negli EOS, il premium è obbligatorio per qualsiasi giocatore che metta piede in questo gioco perché al contrario crescere il proprio PG sarebbe veramente impensabile a mio avviso. Non lo vedo come un buy to play dato che il premium è acquistabile tramite i gold e l’impegno per ottenerlo se si gioca di gilda (questo è un gioco viabile solo con una gilda per poterlo gustare appieno) è veramente minimo.

Come vi ponete invece rispetto alla possibilità di acquistare gold in-game per soldi reali? Secondo voi questo potrebbe rendere Albion Online pay to win?

Assolutamente no, non ci sono armi o armature particolari che si possono comprare; non essendo item based questa eventualità non ci sarà mai. Il comprare gold con soldi reali non intacca il gaming dal lato del PvP; ovviamente può dare vantaggi temporali ma non cambia il PvP o la forza di un PG o di un gruppo.

Sappiamo che Albion Online uscirà anche per dispositivi mobile, come l’iPad. La vostra è una gilda PC-only o c’è qualcuno che gioca (o giocherà) ad Albion anche da mobile?

Da mobile per quanto abbiamo potuto vedere si può gatherare o controllare l’auction house o fare social. Il PvP è impensabile su un tablet.

A parte Albion Online siete presenti su altri MMORPG o titoli multiplayer?

Per il momento siamo concentrati su Albion.

 

 

Albion a parte, c’è qualche futuro MMORPG o titolo multiplayer che aspettate con hype o semplicemente curiosità?

Per quanto mi riguarda no, ma sicuramente all’interno della gilda qualcuno aspetterà qualcosa :)

Raccontateci qualche momento epico, memorabile o divertente che avete vissuto con la gilda in questi mesi di beta!

Ogni domenica, ogni maledetta domenica è un ricordo epico. I Castel Fight rappresentano a mio avviso il momento più divertente e motivante del gioco.

L’EOS ha un sito? Se qualche giocatore italiano volesse unirsi alla gilda chi dovrebbe contattare?

Eccolo. ArRO, Ermessino, Garlink, Kaito; ma può contattare qualsiasi italiano della nostra Divisione.

Infine, quali sono i vostri piani o progetti futuri?

Dimostrare che un gruppo italiano possa giocare al top e consolidare il nostro gruppo che vanta tra le fila per la release diversi player nuovi.

Grazie per il tempo gentilmente concessoci. Buona fortuna per le vostre prossime avventure!

Grazie a voi per l’interessamento.

EOS WINS AGAIN

 

 

 

Placeholder for advertising