MMO.it

BACHECA GILDE – ORDINE DI SHOR

BACHECA GILDE – ORDINE DI SHOR

Rieccoci ancora una volta con la Bacheca Gilde, la rubrica in cui presentiamo i clan facenti parte della community di MMO.it.

Oggi parliamo nientemeno che con Arvendir, responsabile reclutamento dell’Ordine di Shor, importante gilda italiana di The Elder Scrolls Online.

Ciao Arve! Iniziamo con un po’ di “lore”: parlaci di come e quando si è formato l’Ordine di Shor!

L’Ordine di Shor è stato fondato il 6 aprile del 2016 ma in realtà è nato un paio di mesi prima quando quelle che erano la Brotherhood of Steel, la Rise of Sanguine e gli ITA Covenant hanno iniziato ad avere appuntamenti fissi settimanali per quanto riguarda le trial. Dato che il progetto stava andando molto bene alla fine Rise of Sanguine e Brotherhood hanno deciso di fondersi creando appunto quello che è oggi l’Ordine di Shor. Dato che il nostro intento era riunire tutte le mini gilde e le gilde ormai inattive si sono uniti successivamente a noi altri gruppi, anche grossi, come quelli che erano gli Eroi di Tamriel.

Al momento su quanti membri attivi può contare l’Ordine di Shor? La vostra è una gilda PC-only o siete presenti anche su console?

Al momento il nostro roster contra 265 account gildati di cui 260 sono attivi in quanto c’è la politica del kick se non si logga in game per più di 30 giorni. In questo modo ci rendiamo conto di quanti player effettivamente giocano e quando c’è bisogno di fare reclutamento a tappeto e quando invece reclutamento mirato.

Siamo solo una gilda PC ma siamo in una specie di collaborazione con l’Ordine del Drago su PS4 per quanto riguarda reclutamenti e consigli sul PvE.

Su quali contenuti si concentra l’Ordine? Vi dedicate sia al PvE che al PvP?

L’Ordine di Shor nasce come gilda social concentrata nel PvE, pur essendo la prima gilda italiana ad aver completato tutte le Hard Mode e a raggiungere grossi risultati in Leaderboard non ci possiamo definire come gilda Hardcore in quanto comunque diamo il benvenuto a tutti i tipi di giocatori. Di base siamo una gilda social ma abbiamo una punta di diamante Hardcore!
Per quanto riguarda il PvP invece abbiamo creato da poco una mini gilda, I “War Hogs” che si concentrano solo in quello, lato Ebonheart Pact, presto si occuperanno dei Battleground che per fortuna sono Crossfaction e potranno quindi coinvolgere player di altre Alleanze.

 

bacheca gilde Ordine di Shor

Nei mesi scorsi abbiamo già coperto le vostre imprese endgame, ad esempio quando siete stati la prima gilda italiana a completare prima la veteran e poi l’hard mode di Maw of LorkhajL’Ordine di Shor sembra insomma un punto di riferimento per la community italiana di ESO. Ora quali sono le ultime novità? Come procedono le trial?

Siamo molto orgogliosi del risultato che siamo riusciti a raggiungere da soli. Ora ci stiamo concentrando a formare sempre più player in modo da avere più ricambio possibile. Abbiamo messo da parte i contenuti più difficili e stiamo facendo training a quei player che erano rimasti indietro. Anche per questo sul nostro canale YouTube e sul nostro sito abbiamo iniziato a pubblicare guide sull’endgame e su come far crescere al meglio il proprio PG. Mi rendo conto che il canale e il sito sono seguitissimi anche da altri giocatori esterni alla gilda e da giocatori che sono su console, per questo credo che sia vero quando mi dici che siamo ormai un punto di riferimento per la community e di questo son molto contento.

Sei contento della direzione generale presa dal gioco e del supporto di ZeniMax?

Credo che ZeniMax stia facendo un gran lavoro da un punto di vista generale, ad ogni update non si ha solo una mappa nuova, ma un miglioramento radicale di alcune meccaniche, si pensi all’eliminazione dei livelli nel PvE o al Crossfaction!

Tra pochi giorni uscirà ufficialmente Morrowind, la prima espansione per The Elder Scrolls Online. Raccontami speranze e paure.

Ho l’impressione che Morrowind potrà essere un flop per la ZeniMax, questo per vari motivi. È palese che sia una mossa commerciale per attirare più player possibili ma avrà un effetto boomerang. Dall’esplorazione della mappa nel PTS ho visto che non è grande com’era quella del gioco originario e alcune zone sono ancora inaccessibili, probabilmente perchè lo diventeranno con dei DLC. Considerando che Morrowind deve essere acquistato per forza e non è accessibile pur pagando l’ESO Plus, questa scelta di sbloccare alcune zone attraverso l’introduzione di DLC mi sembra un po’ un furto per i portafogli di noi giocatori.

Altro problema potrebbe essere l’esperienza di gioco, Morrowind aveva delle meccaniche uniche che sono state poi eliminate nei capitoli successivi (anche single player), tutti coloro che inizieranno a giocare ESO perché nostalgici di Morrowind si troveranno di fronte un gioco che ha delle meccaniche base molto diverse da quelle di Skyrim e Oblivion, meccaniche che poi sono totalmente diverse da quelle di Morrowind. Credo sia più probabile che la maggioranza dei player attirati grazie a questa mossa commerciale risulti poi estremamente delusa dal risultato.

Per quanto riguarda me invece, spero che i cambiamenti alle Classi siano serviti effettivamente a bilanciare i vari ruoli.

 

bacheca gilde Ordine di Shor

A proposito di Morrowind, come sai l’Early Access permetterà ai giocatori PC e Mac che hanno prenotato l’espansione di iniziare a giocare già dalla giornata di oggi, con due settimane di anticipo. Sei d’accordo con questa politica o pensi che un contenuto così importante andrebbe fruito da tutti nello stesso momento?

Considerando che Morrowind è stato acquistato da tantissimi player (nell’arco di una settimana abbiamo reclutato più di 50 nuovi giocatori), dividere l’accesso in due momenti diversi sicuramente sarà ottimale da un punto di vista di performance del server ma non da un punto di vista competitivo.

Contenuti come la nuova trial erano già accessibili nel PTS e tu sai meglio di me che nella maggioranza degli MMO i vari raid e istance sono testate direttamente dagli sviluppatori del gioco. A causa di questo pre accesso alla trial molti gruppi si sono trovati avvantaggiati nel poterla fare, al punto che è stata anche completata, uccidendo di fatto la competizione fra le gilde. In pratica uscirà un contenuto sul live che è già stato completato in open beta. Personalmente non sono d’accordo con l’accessibilità anticipata a questi contenuti fatti per una nicchia di giocatori che, di base, sono motivati a farli appunto per la competizione. È ovvio che a lungo andare la competizione sarà nel punteggio della Leaderboard e negli Achievement, ma anche il first clear fa parte del tutto.

Volgendo lo sguardo indietro, prima dell’annuncio di Morrowind, in questi tre anni il gioco ha visto l’introduzione di cinque DLC. Alcuni di questi hanno introdotto novità influenti per il gioco, come il mix tra PvP e PvE (Imperial City), il level scaling (Orsinium), nuove trial endgame (Thieves Guild) o le uccisioni furtive (Dark Brotherhood), eppure non sono stati esenti da critiche. Qual è il tuo bilancio su questi contenuti?

Da un punto di vista più generale a mio avviso sono state delle idee geniali ma poi sviluppate male, mi spiego meglio tramite un esempio: il Justice System.

Questo era stato pensato inizialmente come un sistema che avrebbero implementato in due fasi: la prima prevedeva l’introduzione della possibilità per i player di derubare e assassinare in giro per Tamriel, la seconda prevedeva invece l’introduzione della possibilità per gli altri giocatori di riscuotere la taglia che i vari assassini e ladri avevano sulla loro testa. Questo secondo step è stato cancellato dallo sviluppo del Justice System e ora come ora non è raro andare in giro per il mondo di gioco e trovarsi di fronte intere città fantasma con tutti gli NPC uccisi da player che poi di fatto rimangono “impuniti” perché gli NPC guard sono addirittura più ritardati di quelli di Skyrim!

Gli altri DLC sono di fatto mappe “fattoria” dove la gente va a farmare o mappe fantasma che una volta completate non serve più tornarci, ma ho notato che ad ogni update cercano di risolvere questo problema quindi sono positivo per il futuro.

 

bacheca gilde Ordine di Shor

Parlando invece di update gratuiti, qual è il tuo bilancio su One Tamriel? Pensi che lo scaling dei contenuti al livello del giocatore abbia giovato al titolo o ne ha danneggiato la profondità?

One Tamriel ha rivoluzionato il gioco! Molti player giocano ESO con la convinzione di trovarsi di fronte un meccanismo di gioco simile a quello che aveva Skyrim, beh secondo me grazie a One Tamriel hanno fatto centro da questo punto di vista: i player possono andare in giro per il mondo di gioco liberamente e a qualsiasi livello così com’era nelle versioni single player.

Da un punto di vista di lore invece è poco credibile in quanto ci si trova comunque in un’epoca dove il razzismo va per la maggiore e con One Tamriel si può andare ovunque, anche dove le altre razze sono pesantemente perseguitate. Credo che da questo punto di vista avrebbero dovuto giustificare in qualche modo questo full open world.

Pochi mesi fa l’ultimo aggiornamento gratuito, Homestead, ha introdotto l’housing sui server di gioco. Sei soddisfatto di come è stata realizzata questa feature, anche in ottica di gilda?

Ora come ora penso che l’housing sia stato utile solo per “impoverire in game” la popolazione di gioco di ESO. Purtroppo avere la propria casa in questo gioco serve a poco in quanto manca una delle feature principali che c’è praticamente in qualsiasi altro MMO: lo storage. Considerando che ESO è un gioco IMMENSO, pieno di oggetti e materiali, non dare la possibilità al player di depositare la propria fuffa in casa è una grossa mancanza.

Da un punto di vista di gilda sono parzialmente contento, noi abbiamo il nostro castello di gilda con tutte le crafting station e molti manicotti per testare il DPS e allenarci nelle Rotation, ma rimane comunque un sistema pensato per il giocatore singolo, quindi ogni volta che c’è bisogno di modificare qualcosa nell’arredamento del castello dobbiamo aspettare che il proprietario logghi e posizioni/compri quello di cui abbiamo bisogno.

Allarghiamo un po’ il discorso. A parte The Elder Scrolls Online, l’Ordine di Shor è presente su altri MMORPG?

No, siamo attivi solo su Elder Scrolls Online in quanto sia il nome sia il lore della nostra gilda sono ambientati nel mondo di Tamriel.

Oltre agli MMO classici siete presenti anche su altri giochi come MOBA, titoli sandbox o survival?

Come gilda, ufficialmente, no, ma abbiamo dei gruppetti che giocano a Dota 2, Minecraft e altri titoli simili.

 

bacheca gilde Ordine di Shor

Qual è la tua opinione sull’attuale panorama degli MMO? Sei soddisfatto di ciò che propone il mercato oppure ritieni che si potrebbe fare di più? E se sì, come?

Ahimè, vorrei dare un giudizio positivo per quel che riguarda il panorama degli MMO negli ultimi anni ma il mio responso è purtroppo negativo.

Il panorama attuale nell’ambito degli MMORPG è alimentato da una discreta serie di titoli in termine di quantità, qualitativamente parlando secondo me le case produttrici si occupano molto più del proprio interesse che di quello del giocatore dimenticando spesso che se si dovessero preoccupare a soddisfare le richieste dei giocatori, ascoltandoli su vari forum, canali di discussioni ecc. (fatto che ora non avviene, nella maggior parte dei casi i player vengono ignorati) potrebbero avere un ritorno economico e un successo anche più elevato rispetto alla comune strategia che è in voga negli ultimi anni dalle case produttrici, ovvero seguire il trend commerciale più proficuo, seguire certi standard e non andare magari verso una personalizzazione unica dove un player può veramente trovare immersione in un MMORPG, perchè questa dovrebbe essere la sua primaria funzione: creare uno scenario fittizio dove una persona si può calare nei panni di un personaggio immaginario (senza dimenticare competizioni, sfide PvP e quant’altro), interagendo a sua volta con altri giocatori. Riassumendo in breve oggi, secondo il mio parere, vi è carenza di qualità e forse c’è un’eccessiva quantità di titoli che lasciano l’utente un po alla: “Sì è interessante ma non riesco a trovare quel ingrediente in più che mi faccia dire… STUPENDO!”

C’è qualche MMO futuro che aspetti con hype o semplicemente curiosità?

L’unico vero MMO che mi incuriosisce al momento è Land of Britain, un progetto interamente supportato da un team italiano il quale propone ideali e tipologie di dettagli completamente rivoluzionari nell’ambito degli MMORPG, credo valga veramente seguire questi ragazzi in quanto le idee sembrano molto valide.

Come vi approcciate nei confronti del roleplay? È qualcosa che promuovete attivamente con eventi RP oppure non rientra nelle vostre attività?

Non siamo una gilda che fa attivamente roleplay ma alcuni player ogni tanto si organizzano e creano i propri eventi, una volta ad esempio hanno fatto un matrimonio con tanto di prete e testimoni di nozze! Inoltre cerchiamo sempre di essere in lore con tutto. Ad esempio abbiamo creato una lore sul gruppo core per la quale abbiamo studiato 6 ore prima di poterla scrivere per evitare di svilupparla nel modo sbagliato. La potete trovare qui.

Raccontaci qualcuno dei tuoi ricordi preferiti della gilda, qualche momento memorabile o divertente!

Il giorno che abbiamo completato l’Hard Mode di Veteran Maw of Lorkhaj abbiamo iniziato a girare per le mappe facendo un’animazione di fuoco rompendo le scatole a tutti i player che incontravamo compresi quelli che duellavano, ci hanno odiato non poco XD

 

 

Inoltre c’è un nostro gildano, Gnaru, che si diverte a fare i montaggi audio del nostro Ts3, ormai abbiamo il terrore di dire determinate cose in sua presenza perché siamo sicuri che le utilizzerebbe in qualcuno dei suoi audio! Una volta ha fatto un mix con i miei audio e quelli di altri gildani come se stessimo avendo una conversazione con i soggetti trash di YouTube: Giuseppe Simone, Kissy di Teramo, Andrea Diprè, Sgarbi ecc.

L’Ordine di Shor ha un sito? Se qualcuno volesse unirsi alla vostra gilda chi dovrebbe contattare?

Si abbiamo un dominio tutto nostro, non ci siamo voluti appoggiare a nessun servizio di forum pre impostati perché volevamo essere “professionali” anche sul web, potete trovarci su www.ordinedishor.it.

Per entrare in gilda basta creare un Account e poi fare il Modulo “Entra in Gilda” che si trova in homepage o contattare uno dei nostri reclutatori @Gnaru, @calenkuro, @KrezerHack.

Infine, quali sono i vostri piani o progetti futuri?

Abbiamo molte idee in saccoccia ma è difficile realizzarle tutte subito, sicuramente per ora la parte social è la nostra priorità: stiamo mettendo tantissimo impegno nel fare guide sul gioco sia scritte sia su YouTube, contiamo già quasi 30.000 visualizzazioni sul nostro canale e dai 70 ai 300 accessi giornalieri unici sul nostro sito internet. Considerando che i nostri gildani sono circa 260 e non credo che tutti ogni giorno logghino il sito credo che effettivamente le nostre guide stiano servendo a più di qualcuno.

Per quanto riguarda i progetti in game stiamo facendo di tutto per non lasciare nessuno indietro, abbiamo 3 tipologie di eventi PvE che includono un player nelle trial a partire dal CP 160 e lo accompagnano fino all’endgame hardcore.

Grazie per il tempo gentilmente concessoci. Buona fortuna per le vostre prossime avventure!

 

bacheca gilde Ordine di Shor

 

 

Placeholder for advertising