MMO.it

EVE ONLINE – ANNUNCI DAL FANFEST 2016

EVE ONLINE – ANNUNCI DAL FANFEST 2016

Dal nostro inviato a Reykjavìk al Fanfest 2016 di EVE Online

Da dodici anni a questa parte, il Fanfest della Space Opera di CCP Games è l’appuntamento più importante per rivivere l’anno appena trascorso, presentare le novità più succose e incontrare appassionati di questo universo provenienti dai quattro angoli del pianeta.

In quest’edizione, come nella precedente, i maggiori annunci sono stati resi pubblici il primo giorno, per poter essere poi discussi nei successivi. Questa formula ha incontrato il gradimento dei giocatori, che precedentemente apprendevano delle novità ma non avevano modo di darne subito feedback ai designer.

Passando al riassunto di questi annunci, li sintetizziamo in due categorie: EVE Online vero e proprio, e gli altri giochi di CCP – con un’attenzione particolare per i titoli VR.

EVE Online: Citadel

La grande attesa è tutta per l’espansione Citadel, prevista per il 27 aprile, una settimana dopo il Fanfest. Come ha ricordato CCP Seagull (al secolo Andie Nordgren), produttrice esecutiva del gioco, questa sarà l’espansione più grande e ambiziosa mai rilasciata dal 2003, e supererà, per impatto e dimensioni, anche la leggendaria Apocrypha del 2009. Questa è la prima vera espansione da quando Seagull è al timone del titolo, dopo il passaggio a release continue ogni sei settimane.

Addirittura, sia lei che tutti i progettisti intervenuti sul palco hanno ripetuto a più riprese che non hanno idea quanto profondamente verrà cambiato il panorama del gioco, visto che le immense cittadelle rimpiazzeranno meccaniche spesso vecchie di un decennio, e soprattutto dovranno sostituire le vetuste POS, ormai non più gestibili per anzianità di codice e vincoli sui ruoli di corporazioni e alleanze.

Il ribilanciamento delle navi di stazza capital (incluse quattro nuove navi di classe Force Auxiliaries), il raggruppamento di singoli fighter in squadroni, l’aggiunta di centinaia di nuovi moduli capital e meccaniche accessorie delle nuove strutture fanno da contorno al colossale rilascio di fine aprile.

Per un maggior dettaglio delle feature di Citadel rimandiamo alla pagina del sito ufficiale. Non sarebbe EVE Online senza i famosi e sempre apprezzati video, e per il lancio del 27/4 ne sono stati preparati ben due:

Panoramica delle novità

Trailer cinematografico

Il keynote finale di questa prima giornata di lavori ha posto le basi per le future aggiunte e modifiche previste per l’estate:

  • Ribilanciamento completo dei fleet booster / warfare links (e relative navi)
  • Iterazione delle cittadelle, in base a come i giocatori riusciranno a trovare exploit, o rovinare il gameplay, o sfruttarne bug (insomma, tutto quello per cui la comunità di EVE è famosa)
  • Ribilanciamento totale dell’anziana Rorqual
  • Nuova evoluzione della storia della galassia, incentrata su Serpentis e Angel Cartel, con l’uscita delle prime capital e supercapital pirata; in particolare versioni Serpentis dell’Erebus (il Vanquisher) e Moros (il Vehement) con bonus sovrumani:
Vanquisher - il titano dei Serpentis

Vanquisher – il titano dei Serpentis

Per quel che riguarda il prossimo inverno, sono invece in cantiere:

  • Industrial Array, ulteriore pezzo delle vecchie POS migrato a nuove strutture e tecnologie; stavolta si parla di produzione e ricerca
  • Ribilanciamento e ridisegno delle navi ORE, barge ed exhumer
  • Drilling platform, sempre nell’ottica di pensionare le antiche torri, per tutto quello che riguarda la raccolta di materiali lunari o dalle cinture di asteroidi
  • Uscita dalla beta e disponibilità generale di EVE Mobile, un’app per Android e iOS che permette di interagire col gioco in aggiunta al client ufficiale
  • I quattro imperi inizieranno a reclutare direttamente i piloti per migliorare la New Player Experience, tentare di risolvere l’eterna questione della player retention (moltissimi giocatori da tutto il mondo provano EVE Online ogni anno, ma pochissimi rimangono più di qualche ora o qualche settimana), e offrire una “carriera intermedia” tra le missioni in impero e la Factional Warfare in low sec.
La roadmap fino al prossimo fanfest

La roadmap fino al prossimo fanfest

Immersi nello spazio

Con EVE Gunjack e soprattutto EVE Valkyrie ormai lanciati e disponibili, CCP Games si conferma di nuovo pioniera in un’arena attualmente caldissima: i giochi per visori VR. Le intuizioni di tre anni fa della software house islandese sono diventate rispettivamente il gioco più venduto per VR e il più importante cavallo di battaglia del lancio di Oculus Rift CV1.

Com’è naturale che fosse, il feedback è stato massiccio e dopo l’iniziale entusiasmo, molte cose devono essere iterate e rifinite. Dopo tutto, siamo agli albori di queste tecnologie e perché il mercato si sposti dai pochi, danarosi early adopters a un reale mainstream, tanti tasselli di questo mosaico dovranno trovare posto in modi in cui neanche gli sviluppatori più coraggiosi osano immaginare.

Dopo le scuse per ciò che successe in sette anni di sviluppo di World Of Darkness (una delle pagine più oscure di CCP, se perdonate il gioco di parole), è stato confermato uno sforzo ulteriore per conquistare la frontiera della Realtà Virtuale. Ribaditi quindi gli impegni a seguire l’evoluzione del mercato VR (sì, Valkyrie uscirà per HTC Vive; no, bocche cucite su quando), la roadmap prevede:

  • EVE Gunjack per la VR su dispositivi mobili
  • EVE Valkyrie basato su VR seduti
  • Project Arena (attuale nome di sviluppo) come evoluzione per la VR in piedi/room-based
La VR secondo CCP

La VR secondo CCP

Infine, ribadita la chiusura del progetto Dust 514 per Playstation 3, prevista per i prossimi mesi, è stato però confermato l’arrivo di un rimpiazzo, per ora chiamato Project Nova, che ne raccoglierà l’eredità, stavolta su PC.

Insomma, un menu molto ricco per un gioco che il 6 maggio compirà la bellezza di 13 anni e che continua a macinare record su record per le sue immense battaglie e la sua complicatissima geopolitica!

Restate connessi su MMO.it per altre novità direttamente dal Fanfest di Reykjavìk.

 

Placeholder for advertising

Rispondi